Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione L > San Launomaro Condividi su Facebook Twitter

San Launomaro Abate di Corbion

19 gennaio

Martirologio Romano: A Dreux presso Chartres nel territorio della Neustria, in Francia, san Launomaro, abate del monastero di Corbion, che aveva fondato nella solitudine di Perche.


Le informazioni su Launomaro provengono dalle Vitae redatte in epoca carolingia e prive di ogni valore storico. Esse riferiscono che Launomaro nacque da genitori poveri a Neuville-la-Mare (dioc. di Chartres) e durante la sua infanzia e ado­lescenza fu pastore, pur essendo avviato agli studi dal santo prete Cherinus. Ricevette l'ordinazione sacerdotale e divenne economo del capitolo di Chartres; ma, per potersi meglio dedicare alla preghiera e alla solitudine, si ritirò, come eremita, nella foresta di Perche, di dove alcuni briganti, venuti per derubarlo, ripartirono edificati e sparse­ro la fama della sua santità.
Il santo si stabili poi a Bellomer, dove, in seguito, sorse un convento dipendente da Fonte-vrault. Più tardi, tra il 560 e il 575, fondò il monastero di Corbion, a sei leghe da Chartres, che, nei secoli seguenti, fu chiamato Le-Moutier-au-Per-che. Mori più che centenario, nel genn. 593 (data peraltro incerta).
Non esiste alcuna prova che L. sia stato monaco di Micy, come alcuni hanno preteso, e neppure che sia stato in rapporti con tale abbazia.
Il suo corpo venne inumato dapprima nella chiesa di St-Martin-du-Val e successivamente tra­slato a Corbion (595), ad Avranches e a Le Mans; durante le invasioni normanne fu messo in salvo a Blois (874) dove, nel 924, venne costruito il monastero di St-Laumer, cui fu unito quello di Corbion. Queste due case furono distrutte nel 1567 ad opera degli Ugonotti e le reliquie andarono disperse nell'incendio; il teschio di Launomaro sarebbe stato però trasferito nel 912 a Moissat, donde Simone di Bourges, nel 1284, ne operò una nuova traslazione.
La festa del santo è celebrata nell'ordinario di Chartres del sec. XIII e quindi nei Propri di Char-tres e di Séez. Il suo nome è stato iscritto nei martirologi francesi e benedettini al 19 gennaio.
Piuttosto generica l'iconografìa del santo raffi­gurato semplicemente, cosi come appare nella statua duecentesca del portale Sud della cattedrale di Chartres, in vesti di abate, con un libro nella mano destra.


Autore:
Rorabaut Van Doren


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

_____________________
Aggiunto il 2008-12-22

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati