Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione P > San Palladio di Auxerre Condividi su Facebook Twitter

San Palladio di Auxerre Vescovo

10 aprile

† 658

Martirologio Romano: Ad Auxerre nel territorio della Neustria, in Francia, san Palladio, vescovo, che, già abate del monastero di San Germano, dopo aver ricevuto l’episcopato, partecipò a numerosi concili e si adoperò per il rinnovamento della disciplina ecclesiastica.


Abate di san Germano di Auxerre, "vir sapiens, largus atque misericors", Palladio (lat. Palladius; fr. Pallade) fu scelto dal popolo quale vescovo dopo la morte di Desiderio avvenuta, secondo il De Gestis episcoportum Autissiodorensium (XX), il 27 ottobre 623. La stessa Cronaca (letta esattamente) attribuisce a Palladio trentasei anni e tre mesi di episcopato. In effetti, se Desiderio assisté al concilio di Parigi del 614, Palladio fu presente nel 627 a quello di Clichy (presso Parigi) e poi nel 650 a quello di Chalon-sur-Saone.
Nel 630, anno ottavo del re franco Dagoberto I, Palladio concesse una carta e il 22 giugno 654 firmò un privilegio del re Clodoveo II per St-Denis.
La lettera di Palladio a san Desiderio di Cahors (630-655), inoltre, raccomanda alla sollecitudine del prelato le terre e le persone appartenenti al vescovado di Auxerre che si trovavano nei territori di Cahors e raccomanda anche se stesso alle preghiere del collega.
Palladio dedicò a san Germano d'Auxerre la chiesa di Vergers (oggi comune di Suilly-la-Tour, dipartimento della Nièvre), chiesa che, però, in seguito fu consacrata a lui. Nella stessa Auxerre fece della basilica domni Juliani (san Giuliano di Brioude), monastero maschile situato "infera muro civitatis, pravo ambiti constructum", un'abbazia doppia, vale a dire due monasteri gemelli, uno maschile e uno femminile.
Abbellì la basilica di santo Stefano (cattedrale) e fondò la chiesa di sant'Eusebio (di vercelli), nella quale fu inumato.
Il vescovo Guido di Auxerre lo canonizzò il 30 luglio 945; la sua festa è iscritta al 10 aprile.
 


Autore:
Paul Viard


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-10-18

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati