Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Q > San Quinziano Condividi su Facebook Twitter

San Quinziano Vescovo di Rodez e Clermont

13 novembre

Alvernia, V-VI secolo

Etimologia: Quinziano = (come Quinto) il quinto figlio nato, dal latino

Emblema: Palma

Martirologio Romano: A Clermont-Ferrand in Aquitania, ora in Francia, san Quinziano, vescovo, che dapprima tenne la sede di Rodez e poi, mandato poi in esilio dai Goti, divenne vescovo di questa città.


Si parla di s. Quinziano in forma senz’altro attendibile nella “Vitæ Patrum” scritta dallo storico s. Gregorio vescovo di Tours, il quale oltre ad essere quasi contemporaneo del santo, era originario come lui dell’Alvernia.
S. Quinziano era di razza africana e per le sue doti di zelo e virtù, fu scelto come vescovo di Rodez, fu presente all’importante Concilio di Agde del 506, formato da vescovi dei territori visigoti, in cui si promulgò un vero codice della vita cristiana del tempo.
Si narra che il suo predecessore s. Amanzio, gli apparve per rimproverarlo di aver spostato la sua spoglia e per annunciargli che sarebbe stato punito con l’esilio.
Recatosi nel 511 al Concilio di Orléans, convocato dal re franco Clodoveo, fu accusato dai Visigoti di essere favorevole ai Franchi per la conquista del Paese e per questo dovette rifugiarsi a Clermont, alcuni vescovi di altre diocesi gli fornirono i mezzi per sostenersi.
Nel 515 morì il vescovo di Clermont Eufrasio, che l’aveva accolto e il popolo, com’era consuetudine in quei tempi, scelse Quinziano a succedergli; ma lui si ritirò per dare spazio ad Apollinare, figlio del celebre s. Sidonio Apollinare (430-480), ma questi morì nel giro di qualche mese e allora il re franco Teodorico I († 534) lo chiamò al vescovato; ebbe a soffrire per una certa ostilità del clero, ma alla fine tutto venne superato con la pazienza.
S. Gregorio di Tours riporta che era molto erudito nelle Scritture Ecclesiastiche, attivo per pietà verso i poveri e gli ossessi e che operava miracoli; indipendente verso i potenti, visse fino a tarda età; Quinziano morì nel 525 e fu sepolto nella chiesa di S. Stefano di Clermont.
Successivamente fu spostato nella chiesa dei Santi Sinforiano e Genesio di Clermont, dov’è tuttora venerato.
Un Martirologio dell’Alvernia del sec. XI lo riporta al 10 novembre, mentre il ‘Martirologio Romano’ lo celebra il 13 novembre.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2003-02-06

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati