Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Sante Maria Zhao Guozhi, Rosa Zhao e Maria Zhao Condividi su Facebook Twitter

Sante Maria Zhao Guozhi, Rosa Zhao e Maria Zhao Madre e figlie, martiri

20 luglio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

† Wuqiao, Cina, 20 luglio 1900

Il 20 luglio 1900, il villaggio di Wuqiao, nella provincia cinese dello Hebei, fu attaccato durante la rivolta dei Boxer. Maria Zhao Guozhi e le sue figlie Rosa Zhao e Maria Zhao rimasero in casa a pregare. Quando però furono catturate, la madre decise di gettarsi in un pozzo lungo la strada, insieme alle figlie. I soldati le tirarono subito fuori, ma Rosa replicò che non voleva avere salva la vita a prezzo della propria fede e domandò di poter morire presso le tombe degli antenati. Madre e figlie vennero quindi decapitate nel cimitero del villaggio; i loro corpi furono dati alle fiamme. Sono state beatificate il 17 aprile 1955 e canonizzate il 1° ottobre 2000.

Martirologio Romano: Nel villaggio di Wuqiao Zhaojia sempre nello Hebei, commemorazione delle sante Maria Zhao Guozhi e delle sue figlie Rosa e Maria Zhao, che, in quella stessa persecuzione, si gettarono in un pozzo per non essere violentate, ma tirate fuori di lì subirono il martirio.


Rosa Zhao nacque nel 1878 nel villaggio di Wuqiao Zhaojia, nella provincia dello Hebei. Era la figlia maggiore di Maria Zhao Guozhi e sorella di Maria Zhao. Sia lei che sua sorella emisero privatamente il voto di verginità.
Il 20 luglio 1900, quando i Boxer arrivarono nel loro villaggio, Rosa, sua madre e sua sorella non vollero fuggire, ma rimasero in casa a pregare. Dopo che furono catturate e trascinate via dal villaggio, Maria Zhao Guozhi notò che lungo la strada c’era un pozzo e decise di gettarsi lì dentro, insieme alle figlie, per sfuggire ai persecutori.
I soldati rimasero stupiti di fronte al loro comportamento, ma le tirarono subito fuori. Provarono a obbligarle ad apostatare, promettendo di risparmiare le loro vite. Rosa replicò: «Abbiamo deciso di morire piuttosto che rinnegare la nostra fede». Poi si rivolse alla madre e alla sorella, invitandole a invocare da Gesù il coraggio di morire da martiri.
Un loro compaesano si fece avanti per difenderle e chiese ai Boxer di liberarle, ma Rosa lo fermò: «Non perdere tempo. Mantenendo la fede, abbiamo già accettato la morte. Lasciaci morire». Ai soldati, invece, parlò dicendo: «Dato che avete deciso di ucciderci, fatelo sulle tombe dei nostri antenati». I Boxer le condussero subito presso il cimitero e le uccisero, poi diedero i loro corpi alle fiamme. Rosa aveva circa ventidue anni, Maria diciassette, la loro madre sessanta.
Sono state beatificate il 17 aprile 1955 dal Venerabile Pio XII e iscritte nell’elenco dei Santi da san Giovanni Paolo II il 1° ottobre 2000.


Autore:
Emilia Flocchini

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-07-30

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati