Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > San Mauronto Condividi su Facebook Twitter

San Mauronto Vescovo di Marsiglia e abate di san Vittore

21 ottobre

20 ottobre 780

Martirologio Romano: A Marsiglia nella Provenza in Francia, san Mauronto, vescovo, che fu anche abate della chiesa di San Vittore.


Secondo i pochissimi documenti superstiti dell’abbazia di san Vittore a Marsiglia, Mauronto (lat. Maurontus, fr. Mauronte) fu vescovo di Marsiglia e contemporaneamente abate di san Vittore.
Per quanto ci è dato sapere, egli appare come un uomo interamente devoto agli interessi dei suoi amministrati: poiché la grande abbazia marsigliese era stata ingiustamente spogliata del possesso di Chaudol, presso Digne, donato dalla principessa Adeltrude, Mauronto intentò un processo ad Antenero, patrizio di Marsiglia, ma, per ottenere il suo scopo, fu costretto a recarsi a Héristal, nel palazzo dei e Pipinidi, dove Carlo Martello e poi Pipino il Breve gli diedero causa vinta.
Si sa inoltre che amministrò con eguale fermezza la sua diocesi e sembra che sia stato più efficace e valido guerriero che non uomo di studi, cosa che ci spiega forse una certa leggenda piuttosto singolare: duca e conte di Marsiglia e di Avignone, egli fu fatto governatore di Marsiglia da Carlo Martello dopo la vittoria di Poitiers. Ma il re era lontano e i Saraceni vicini; Mauronto quindi giudicò che fosse meglio essere in buoni rapporti con questi ultimi piuttosto che con il primo e consegnò loro Avignone. Carlo Martello venne a riprendersi la città e volle punire il duca Mauronto, ma questi si chiuse a san Vittore, luogo d’asilo; poi, preso da rimorso e toccato dalla grazia si fece monaco. Morì il 20 ottobre 780 e il suo corpo è custodito nella cripta di san Vittore.
Il sarcofago che lo conteneva è ormai esposto al Museo Borely di Marsiglia, perché è risultato trattarsi d’un’opera del I secolo a. C., appartenente ad una certa Giulia Quintina.
Il culto di Mauronto risale a tempi immemorabili ed è stato approvato dalla santa Congregazione dei Riti. Egli è popolarissimo a Marsiglia, forse perché il quartiere che porta il suo nome, vicino al vecchio porto, è uno dei più antichi della città e pullula della vita tipica del grande centro Foceano. La chiesa dedicata a Mauronto non si collega direttamente a lui: edificio neo-romanico, aperto al culto nel 1876, fu costruito durante il secondo impero dall’architetto Espérandieu, come quasi tutta Marsiglia, e consacrato a san Mauronto da monsignor de Mazenod. A Marsiglia, il santo dovrebbe essere il patrono dei giocatori di calcio perché si dice che faccia vincere le squadre che portano il suo nome nelle partite che contrappongono tra loro i patroni.


Autore:
Marie-Odile Garrigues


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-04-19

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati