Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Gruppi di Martiri > Beati Martiri Spagnoli Passionisti di Daimiel Condividi su Facebook Twitter

Beati Martiri Spagnoli Passionisti di Daimiel Beatificati nel 1989

23 luglio (memoria di gruppo)

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Padre Niceforo Diez Tejerina e 25 religiosi Passionisti, in prevalenza chierici studenti, caddero vittime della persecuzione religiosa durante la guerra civile spagnola. Nella notte tra il 21 e il 22 luglio 1936, poco dopo l’inizio della guerra, furono cacciati dalla loro casa di Daimiel da un drappello di miliziani comunisti. Furono uccisi in date e luoghi diversi: quindici morirono il 23 luglio, tre il 25 luglio, due il 25 settembre e sei il 23 ottobre. Sono stati beatificati da san Giovanni Paolo II il 1° ottobre 1989 a Roma. La loro memoria liturgica, per la Congregazione della Passione, cade il 23 luglio, anniversario della nascita al Cielo della maggior parte di essi.



Il contesto storico
Il martirio dei 26 Passionisti della comunità di Daimiel, cittadina presso Ciudad Real, ha le sue origini nel clima chiaramente anticlericale che si respirava in Spagna dopo la proclamazione della Repubblica nel 1931 e le elezioni politiche del febbraio 1936. Nello stesso anno ebbe inizio la guerra civile, che insanguinò la Spagna fino al 1939.

Il martirio di una comunità di giovani
La maggioranza dei membri della comunità era composta da giovani di 18-21 anni, che si preparavano con lo studio a diventare missionari per la lontane Americhe.
Verso la mezzanotte tra il 21 e il 22 luglio 1936 furono cacciati dal loro convento. Prima, però, si radunarono nella loro chiesa: si confessarono, ricevettero l’ultima Comunione e ascoltarono l’estrema esortazione del superiore provinciale, padre Niceforo di Gesù e Maria:
«Cittadini del Calvario, questo è il nostro Getsemani! La natura atterrita dalla prospettiva del Calvario, come quella di Gesù, sbigottisce e si abbatte. Gesù però sta con noi. Lui stesso ci conforta e sostiene. Tra poco staremo con Cristo, cittadini del Calvario, animo dunque, a morire per Cristo!».
Circa duecento uomini armati li cacciarono nella notte profonda, intimando loro di non rientrare a Daimiel perché sarebbero stati ammazzati. Furono quindi divisi in piccoli gruppi e uccisi in diverse date e luoghi: quindici morirono il 23 luglio, tre il 25 luglio, due il 25 settembre e sei il 23 ottobre.

Il processo di beatificazione
L’apertura del processo informativo per i ventisei Martiri di Daimiel accadde l’8 maggio 1948, mentre la chiusura fu il 29 settembre 1951. Dichiarato valido il 27 settembre 1984, portò alla trasmissione della “Positio super martyrio” alla Congregazione per le Cause dei Santi, nel 1987.
A seguito della riunione della commissione teologica, il 17 maggio 1988, e di quella dei cardinali e vescovi della Congregazione, il 18 ottobre 1988, si arrivò, il 28 novembre 1988, alla promulgazione del decreto sul martirio.
La beatificazione avvenne il 1° ottobre 1989 a Roma, ad opera del Papa san Giovanni Paolo II. Nel calendario liturgico della Congregazione della Passione, la loro memoria di gruppo cade il 23 luglio, anniversario della nascita al Cielo della maggior parte di essi.

L’elenco del gruppo
Nel fornire di seguito l’elenco completo dei nomi (il nome di religione è italianizzato, mentre i nomi al secolo sono tra parentesi e in spagnolo), suddiviso in base alle date di martirio, rimandiamo talvolta a schede più specifiche, dove sarà possibile trovare maggiori informazioni sui vari martiri.

93973
Germano di Gesù e Maria (Manuel Pérez Jiménez), sacerdote
Filippo di Gesù Bambino (Felipe Valcobado Granado), sacerdote
Anacario dell’Immacolata (Anacario Benito Nozal), religioso
Filippo di San Michele (Felipe Ruiz Fraile), religioso
Maurilio di Gesù Bambino (Maurilio Macho Rodríguez), chierico
Giuseppe di Gesù e Maria (José Osés Sainz), chierico
Giulio del Cuore di Gesù (Julio Mediavilla Concejero), chierico
Giuseppe Maria di Gesù Agonizzante (José Ruiz Martinez), chierico
Laurino di Gesù Crocifisso (Laurino Proaño Cuesta), chierico
† 23 luglio 1936 a Carabanchel Bajo, Madrid

93972
Niceforo di Gesù e Maria (Vicente Díez Tejerina), sacerdote
Giuseppe dei Sacri Cuori (José Estalayo García), chierico
Epifanio di San Michele (Epifanio Sierra Conde), chierico
Abilio della Croce (Abilio Ramos y Ramos), chierico
Zaccaria del Santissimo Sacramento (Zacarías Fernández Crespo), chierico
Fulgenzio del Cuore di Maria (Fulgencio Calvo Sánchez), chierico
† 23 luglio 1936 a Manzanares, Ciudad Real

64270
Benedetto della Vergine di Villar (Benito Solano Ruiz), religioso
Pietro del Cuore di Gesù (Pedro Largo Redondo), sacerdote
Felice delle Cinque Piaghe (Felix Ugalde Irurzun), chierico
† 25 luglio 1936 a Urdá, Toledo

72020
Paolo María di San Giuseppe (Pedro Leoz Portillo), religioso
Giovanni Pietro di Sant’Antonio (Jose María Bengoa Aranguren), sacerdote
† 25 settembre 1936 a Carrión de Calatrava, Ciudad Real

74915
Ildefonso della Croce (Anatolio García Nozal), sacerdote
Giustiniano di San Gabriele dell’Addolorata (Justiniano Cuesta Redondo), sacerdote
Eufrasio dell’Amore Misericordioso (Eufrasio De Celis Santos), chierico
Tommaso del Santissimo Sacramento (Tomás Cuartero Gascón), chierico
Onorino dell’Addolorata (Honorino Carracedo Ramos), chierico
Giuseppe Maria di Gesù e Maria (José María Cuartero Gascón), chierico
† 23 ottobre 1936 a Manzanares, Ciudad Real


Autore:
Antonio Borrelli ed Emilia Flocchini

_____________________
Aggiunto il 2017-01-19

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati