Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione P > San Prisco Condividi su Facebook Twitter

San Prisco Eremita

Senza data

Patronato: Mirabella Eclano (AV)


Secondo la tradizione locale, S. Prisco era un monaco greco giunto nella zona dell’attuale Mirabella, a seguito dell’imperatore d’Oriente, Costante II (a. 663 d.C.). Prisco era incaricato del trasporto e della custodia delle spoglie di S. Mercurio, il martire greco di Cappadocia.
Costante II aveva intrapreso una spedizione per ristabilire la sua autorità sulle città bizantine del meridione.
Al seguito del suo esercito, Costante portò, come si usava in casi del genere, con sé le spoglie di S. Mercurio, come auspicio di vittoria e protezione del suo esercito.
Secondo la “Legenda” di S. Mercurio, Costante II fu respinto dai Longobardi a Benevento e fuggì a verso Roma.
S. Prisco rimase nella città di Quintodecimo (così detta perché distava da Benevento 15 miglia), a custodire le spoglie di S. Mercurio. Qui il santo visse come eremita e vi morì. Egli fu sepolto dagli abitanti del luogo nei pressi della città.
Più tardi, i resti di S. Mercurio vennero traslati a Benevento, in S. Sofia, per ordine del principe Arechi II (738-787).
Nel 1140, tra i ruderi di un antico convento fu rinvenuta la tomba di S. Prisco. Allora le ossa del santo, dopo aver superato la cosiddetta prova del fuoco per attestarne l’autenticità, furono deposte, con grande solennità, nella nuova chiesa di S. Maria di Acquapudita (la primitiva chiesa di S. Maria Maggiore di Mirabella Eclano).
Il culto del santo si andò, così, diffondendosi anche per i tanti miracoli che si attribuivano alla sua intercessione.
S. Prisco fu sepolto sotto la confessione del suo altare, nella prima cappella a destra entrando in chiesa.
Sotto il piccolo altare, era scolpita la seguente iscrizione:
Corpus S. Prisci Confessoris
In Veteri Civitate Quintodecimo
Sub Innocentio II et Joanne Frequentino episcopo
Divinitus epertum
Acquapudita quae nunc Mirabella
Traslatum
Sub huius altaris confessione
Nunc in urma reconditum
requiescit
Nel 1713, la tomba fu scavata e fu rinvenuta l’urna di terracotta rossa, a forma di vaso rotondo, con le ossa e ceneri del santo. Allora, i resti del santo furono riposti in un reliquiario a forma di tumulo con vetri nella parte anteriore e laterale, per mettere a fista dei fedeli le sacre ossa. L’urna, dopo essere stata portata solennemente in processione con la presenza del vescovo Alessandro Procaccini e grande folla di Mirabella e paesi vicini, fu riposta in cornu epistola dell’altare maggiore della chiesa di S. Maria. Il 29 novembre 1732, un tremendo terremoto distrusse dalle fondamenta la chiesa. Il reliquiario, in parte, si ruppe. Ricostruita la chiesa, più tardi, le reliquie del santo furono poste, dal vescovo di Avellino-Frigento Forti Rogales, in un’altra urna recante l’iscrizione “Corpus santi Prisci confessoris” e collocata sull’altare del cappellone, detto dal popolo di S. Prisco, a destra della statua del santo.
Oggi le reliquie del santo protettore di Mirabella si trovano, esposte alla venerazione dei fedeli, in un’apposita cappella, la prima a sinistra entrando, con varie “memorie” del santo.
A Passo di Mirabella, si venera un busto ligneo di san Prisco nella chiesa a lui dedicata, ubicata nel punto dove, secondo la tradizione, fu rinvenuta la sua tomba nel 1140.
Nella chiesa di S. Maria Maggiore di Mirabella si conservano due busti che rappresentano il santo in abiti monacali. Uno è di argento fuso e sbalzato del secolo XVIII, l’altro, invece, è di ottone e rame dorato, fuso, sbalzato e cesellato, sicuramente più antico dell’altro.
Il santo, in S. Maria Maggiore di Mirabella, è rappresentato anche in bellissime tele del cebre pittore Michele Ricciardi.


Autore:
Francesco Roccia

______________________________
Aggiunto/modificato il 2003-12-23

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati