Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Angelo Del Pas Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Angelo Del Pas Francescano

.

Perpignano, Catalogna, 1 novembre 1540 – Roma, 23 agosto 1596


Questo umile frate francescano spagnolo del Cinquecento, fu un autore fecondo di opere teologiche, di ascetica, di commento alle Sacre Scritture, tanto che a voler elencare solo i titoli si riempie una pagina di libro; alcune opere furono stampate nel Seicento, altre sono tuttora inedite.
Angelo Del Pas nacque a Perpignano, città della Catalogna, (oggi appartenente alla Francia) il 1° novembre 1540, da Giovanni Del Pas e Anna Pincarda; a 16 anni entrò nel locale convento dei Frati Minori Francescani.
Al termine degli studi filosofici, venne inviato a studiare teologia ad Alcalà di Henares in Castiglia, qui conobbe Francesco Gonzaga, allora novizio, che divenne poi Ministro Generale dell’Ordine e vescovo di Mantova.
Si laureò in teologia nel 1565 con una encomiabile discussione pubblica; al ritorno da Alcalà, patria del grande drammaturgo Miguel de Cervantes (1547-1616) suo contemporaneo, Angelo Del Pas aderì alla riforma dei “Recolletti” della sua provincia religiosa e fu assegnato all’insegnamento e alla predicazione.
I ‘Recolletti’ francescani, ebbero origine come ramo degli Osservanti in Spagna, agli inizi del XVI secolo e furono così chiamati dalle case di ritiro o di recollazione, istituite a partire dal 1502, con lo scopo di una vita più austera e di raccoglimento; alla fine del XVIII secolo avevano oltre 490 conventi.
Interessandosi fattivamente di questi ‘Recolletti’, ottenne che fossero riuniti in una cosiddetta ‘custodia’ della quale egli fu nominato primo custode nel 1579, partecipando così al capitolo generale di Parigi.
Lavorò per il suo Ordine in Tarragona, Valenza ed Aragona e dopo la soppressione della Provincia religiosa di Tarragona, si trasferì a Roma, accolto fraternamente nel celebre convento di S. Francesco a Ripa; fu stimato da ben quattro pontefici: Gregorio XIII, Sisto V, Gregorio XIV e Clemente VIII.
In quegli anni fu impegnato nell’apostolato della predicazione, due anni a Genova, poi a Palermo, da dove si trasferì poi a Messina, per sfuggire alla venerazione del popolo; nella città dello Stretto, compose dei libri di teologia e ascetica, fino a quando papa Sisto V non lo chiamò a Roma, incaricandolo di scrivere e predicare il commento dei Vangeli.
Fu zelante frate, osservante la Regola e molto devoto all’Eucaristia; ebbe il dono dei miracoli e un singolare potere di esorcista contro i demoni.
Il venerato frate spagnolo, morì a Roma nel convento di S. Pietro in Montorio il 23 agosto 1596 a 56 anni; i processi informativi cominciarono il 24 ottobre 1599 e i processi apostolici per la sua beatificazione il 4 marzo 1626.
Il grande santo francescano s. Carlo da Sezze (1613-1670), narrò nella sua ‘Autobiografia’ di avere avuto due apparizioni del venerabile Angelo Del Pas, che gli apportarono ‘consolazione nell’anima e nel corpo’.
Il 4 marzo 1890 con il decreto sull’eroicità delle virtù, fu proclamato venerabile.


Autore:
Antonio Borrelli

_____________________
Aggiunto il 2005-10-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati