Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione S > San Saba il Goto Condividi su Facebook Twitter

San Saba il Goto Martire

12 aprile

m. Targoviste, Romania, 12 aprile 372

San Saba il Goto nel corso della persecuzione scatenata contro i cristiani dal re goto Atanarico, il 12 aprile 372, terzo giorno dopo la Pasqua, fu precipitato nel fiume Buzau presso Targoviste (Romania) dopo molte torture per aver rifiutato la carne offerta agli idoli.

Emblema: Palma

Martirologio Romano: In Cappadocia, nell’odierna Turchia, san Saba il Goto, martire, che, durante le persecuzioni scatenate contro i cristiani dal re dei Goti Atanarico, tre giorni dopo la celebrazione della Pasqua, essendosi rifiutato di mangiare le carni immolate agli idoli, dopo crudeli supplizi fu gettato nel fiume.


Nel 370 d.C., nell’antica Dacia, regione corrispondente all’attuale Romania, il capo dei goti intraprese una feroce persecuzione contro quei propri sudditi che professavano la fede cristiana. La Chiesa greca venera ben cinquantuno martiri goti di quel periodo, tra i quali i più celebri sono San Niceta (15 settembre) e San Saba, commemorato in data odierna dal Martyrologium Romanum.
Quando fu imposto ai cristiani di mangiare la carne che era stata offerta agli idoli, ci fu un accordo segreto con alcune autorità affinché tale carne fosse sostituita con altri cibi, cosicché essi potessero sostenere di aver rispettato il regio decreto. Saba si rifiutò però di prendere parte a questo inganno e denunciò pubblicamente l’accaduto. Fu allora esiliato, ma ben presto gli fu concesso di fare ritorno e poco dopo fu nuovamente coinvolto in una controversia con i suoi compagni cristiani. In questa nuova occasione non accettò di sostenere una dichiarazione giurata da ufficiali compiacenti secondo la quale non vi erano in città dei cristiani: “Nessuno giuri per me: io sono un cristiano!”. Nonostante ciò riuscì ad evitare la punizione, ma i due episodi rivelano con quanta riluttanza talvolta gli ufficiali locali perseguitassero per questioni politiche i loro concittadini.
Quando due anni dopo la persecuzione si riaccese, nel 372 Saba fu allora arrestato da alcuni soldati, cha a tal scopo erano stati inviati appositamente da un’altra regione. Dopo aver subito parecchie torture, fu infine giustiziato per annegamento nel fiume Buzau, probabilmente nei pressi di Targoviste, a nord ovest di Bucarest.


Autore:
Fabio Arduino

_____________________
Aggiunto il 2006-03-07

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati