Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione B > San Bessarione Condividi su Facebook Twitter

San Bessarione Anacoreta

6 giugno

Martirologio Romano: A Scete in Egitto, san Bessarione, anacoreta, che fu mendicante e pellegrino per amore di Dio.


Il Sinassario Alessandrino di Michele, vescovo di Atrib e Malig, commemora Bessarione il 25 misri (= 18 ag.). Nato da genitori cristiani, Bessarione fu attratto ben presto dalla « vita angelica » degli asceti. Ascoltò gli insegnamenti di s. Antonio Abate per molti anni, poi si pose al seguito di s. Macario di Scete. Queste due notizie ci permettono di collocare il tempo della sua vita approssimativamente nella seconda metà del sec. IV. Bessarione lasciò in seguito il suo secondo maestro e divenne mendico e pellegrino per amore di Dio. A questi pochi particolari il sinassario aggiunge l'elenco e la descrizione dei miracoli attribuiti a Bessarione, già conosciuti dalle Vitae Patrum e per la maggior parte tramandati da Dulas, suo discepolo. Secondo queste fonti, dunque, Bessarione guarì un paralitico, liberò un ossesso, camminò sulle acque, arrestò il corso del sole e rese potabile l'acqua salata. La stessa fonte, come esempio della sua pazienza, tramanda che visse per quaranta giorni in mezzo agli spini senza dormire. La Storia Lausiaca, edita come libro VIII delle Vitae Patrum di R. Rosweyde, gli dedica il cap. 116 (non riportato nell'edizione del Butler), che illustra ottimamente il suo spirito di povertà. Spogliatosi del mantello per seppellire un morto e della tunica per vestire un infelice, Bessarione vendette il piccolo evangelo che portava con sé, ultimo suo bene, in nome di quell'Evangelo che ammonisce di dare tutto ai poveri.
La serie alfabetica degli Apophthegmata Patrum ha riservato a Bessarione un capitolo che ci permette di completare i tratti della sua fisionomia spirituale.
Il suo culto non è limitato alla Chiesa copta, ma è penetrato anche nella tradizione bizantina. I menei menzionano il suo nome in diverse date : 20 e 28 febb., 6 e 17 giug. I sinassari bizantini lo citano al 27 e 29 nov. Il Baronio l'ha introdotto nel Martirologio Romano il 17 giug. scrivendolo a torto nella rubrica dei santi della Frigia.
Non bisogna confondere Bessarione, anacoreta in Egitto, con Passarione, arcivescovo palestinese, noto attraverso Cirillo di Scitopoli.


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

______________________________
Aggiunto/modificato il 2008-11-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati