Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Santa Maxellendis Condividi su Facebook Twitter

Santa Maxellendis Vergine e martire

13 novembre

† 670 circa

Donzella dì Cambrai che, avendo scelto Cristo come sposo, rifiutò il fidanzato al quale era stata promessa dai suoi genitori. Indignato, il pretendente la trafisse con la spada.

Martirologio Romano: Nel territorio di Cambrai in Francia, santa Massellenda, vergine e martire, che, come si tramanda, avendo scelto Cristo come sposo, si rifiutò di seguire l’uomo a cui era stata promessa dai suoi genitori e morì, così, da lui trafitta con la spada.


Santa Maxellendis, secondo un racconto non molto attendibile nei dettagli risalente al X secolo, nacque a Caudry nei pressi di Cambrai da nobili genitori, Umolino e Ameltrude. Giunta in età da marito non mancarono i pretendenti, ma i genitori scelsero per lei Arduino di Solesmes. Quando la ragazza fece presente al padre che i suoi progetti erano altri, questi replicò tendando di dissuaderla a servire Dio come moglie e madre, come d’altronde non poche sante nella storia hanno fatto. Maxellendis chiese del tempo per pensarci, ma un angelo le apperve per confermare la sua scelta e dunque lei informò il padre di voler diventare monaca. Tuttavia anche i genitori si mostrarono altrennato decisi, tanto da iniziare i preparativi per il matrimonio contro la sua volontà. Per evitare la cerimonia Maxellendis fu costretta a rifugiarsi con la sua balia presso Cateau-Cambresis, ma Arduino ed i suoi amici scovarono il nascondiglio e la rapirono. La giovane riuscì fortunosamente a liberarsi e stava già scappando quando il promesso sposo la colpì furiosamente con la spada, uccidendola. Immediatamente Arduino rimase misteriosamente accecato. Maxellendis fu sepolta in una chiesa nei dintorni, ma visti i numerosi miracoli verificatisi sulla sua tomba nel 673 Vindiciano, vescovo di Cambrai, fece traslare le sue reliquie nella chiesa di Saint-Vaast a Caudry. Arduino, che aveva fatto richiesta di poter partecipare alla processione, cadde in ginocchio al passaggio della bara. Pentendosi dunque del suo crimine e domandando perdono a Dio, recuperò all’istante la vista. Le requie della santa in precedenza erano già state traslate ben due volte. Oggi Santa Maxellendis è ancora festeggiata nella diocesi di Cambrai.


Autore:
Fabio Arduino

______________________________
Aggiunto/modificato il 2006-11-08

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati