Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Chiese Orientali Ortodosse > Sant’ Abramo di Rostov Condividi su Facebook Twitter

Sant’ Abramo di Rostov Monaco

29 ottobre (Chiese Orientali)

† 1073

Nato a Galich, abbandonò la casa paterna nella prima gioventù, dedicandosi ad una vita ascetica e di contemplazione sulle coste del Lago Nero, nei pressi della città di Rostov. Nei pressi della cella in cui passava le ore in preghiera si trovava un tempio dove i pagani adoravano un idolo di pietra dal nome Veles (o Volos), la cui presenza terrorizzava gli abitanti cristiani di Rostov. L'agiografia del santo racconta dell'apparizione ad Abramo dell'apostolo Giovanni, che consegnò lui un bastone con in punta una croce, con il quale distrusse l'idolo. Scacciati i pagani trasformò il tempio in un monastero in onore della Vergine e ne divenne abate. Velo con l'immagine del Santo che si racconta fu indossato da Ivan IV di Russia per venerarne le reliquie al ritorno dalla campagna di Kazan. A memoria della presunta apparizione miracolosa, il monaco costruì una chiesa intitolata a San Giovanni. Iniziò quindi una intensa attività di predicazione, che portò alla conversione di molti pagani, e di scolarizzazione di giovani, alcuni dei quali avrebbero anch'essi scelto la via monacale diventando suoi discepoli. Nonostante la carica assunta le agiografie riferiscono che continuò a comportarsi con umiltà, non disdegnando, anche in tarda età, di rendersi utile nelle attività di tutti i giorni, quali il lavaggio delle vesti degli altri monaci e il trasporto dell'acqua dal pozzo alle cucine. Morì presumibilmente nel 1073.

Etimologia: Abramo = grande padre, dall'ebraico


La Vita di Abramo di Rostov, in Russia, ci è pervenuta in tre redazioni differenti, delle quali la prima risale al sec. XIV, la seconda al XVI e la terza al principio del sec. XVIII (Macario, Histoire de l'Eglise russe, I. Saint-Pétersbourg 1889), . Il Martinov ha raccolto i dati della vita di Abramo (in Acta SS. Octobris, XIII, pp. 36-51, 926-27). La più grande incertezza regna sul tempo in cui Abramo visse: alcuni lo pongono nel sec. XII, altri nel sec. XIV; il Martinov, poi, nel sec. XI, collocando la sua morte al principio del sec. XII.
La narrazione della Vita contiene elementi leggendari. Nato da una famiglia pagana, giovinetto Abramo cadde malato e guarì invocando il nome di Gesù. Ricevuto il battesimo, lasciò i parenti e abbracciò la vita monastica in un monastero di Novgorod o in quello di Valaam, sul lago Ladoga. Dopo aver passato molti anni nell'esercizio delle virtù monastiche, sentì il desiderio di dedicarsi alla conversione dei pagani. Si recò a Rostov, a nord di Mosca, non lontano dal Volga, cominciando il suo apostolato missionario col rovesciare l'idolo di Volos, dio degli armenti. Innalzò due chiese, una in onore di san Giovanni Evangelista e l'altra sotto il titolo dell'Epifania, costruendovi vicino un monastero, del quale fu poi abate.
Secondo i menologi slavi Abramo sarebbe morto nel 1010. Cominciò a ricevere un culto verso la fine del sec. XII. Le sue reliquie, scoperte dal principe Vsevolod Gheorghievich (1176-1212), sono venerate attualmente a Rostov nella chiesa dell'Epifania, fondata nel 1553 da Ivan il Terribile.
Abramo è stato iscritto nel calendario liturgico concesso dalla Santa Sede ai Russi uniti. La sua festa si celebra il 29 ottobre.


Autore:
Filippo Caraffa


Fonte:
Bibliotheca Sanctorum

_____________________
Aggiunto il 2011-07-21

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati