Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione E > Beato Eliodoro Ramos Garcia Condividi su Facebook Twitter

Beato Eliodoro Ramos Garcia Coadiutore salesiano, martire

6 dicembre

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

Monleras, Spagna, 29 ottobre 1915 - Madrid, Spagna, 6 dicembre 1936

Nacque a Monleras (Salamanca) il 29 ottobre 1915 e fu battezzato due giorni dopo. Educato cristianamente, aspirò alla vita religiosa e fu ammesso al Noviziato di Mohernando (Guadalajara), dove emise i voti il 23 luglio 1936 come religioso laico.
Quello stesso giorno la Casa fu assalita e occupata dai comunisti; la comunità venne imprigionata o dispersa. Il 1° agosto fu rinchiuso con il Direttore Don Miguel Lasaga e con altri cinque giovani professi nelle carceri di Guadalajara, dove si preparò alla morte, e con loro andò alla fucilazione la sera del 6 dicembre 1936. Beatificato il 28 ottobre 2007.



Il beato Eliodoro (Heliodoro) Ramos nacque il 29 ottobre 1915 a Monleras, Salamanca e venne battezzato due giorni dopo.
Educato cristianamente, sentita la vocazione religiosa trascorse quattro anni con i padri domenicani. Sapendo che non era quella la sua strada chiese di entrare nella Congregazione salesiana e fu ammesso al seminario di Carabanchel Alto.
Eliodoro non era portato per lo studio, e constatate le sue difficoltà, i superiori gli consigliarono di prepararsi ad entrare come coadiutore e non come sacerdote.
Dopo aver frequenatto il noviziato di Mohernando (Guadalajara) fece la sua professione, il 23 luglio 1936.
Prima di professare, il 27 gennaio 1936, scrisse a sua sorella una lettera che rifletteva la serietà del suo impegno, e il suo stato d’animo alcuni mesi prima del martirio. Nello scritto egli, con uno stile calmo e premuroso, parlava dell'importanza del periodo che stava vivendo, dell'atmosfera familiare salesiana, particolarmente vissuta nelle recenti vacanze natalizie, della sua felicità nel percorso di vocazione come coadiutore e della sua serenità per questa decisione voluta dai suoi superiori. Inoltre le raccontava come fosse determinato nel  vivere intensamente la sua vita interiore.
Lo stesso giorno della professione, il 23 luglio 1936, la casa di Mohernando fu assalita e occupata dai miliziani.
Eliodoro Ramos visse le stesse vicissitudini della comunità salesiana di Mohernando, dall'inizio della persecuzione fino al 2 agosto. In quel giorno, sia lui che il suo direttore, Michele (Miguel) Lasaga e altri cinque compagni: Giovanni (Juan) Larragueta Garay, Luigi (Luis) Martínez Alvarellos, Florenzio (Florencio) Rodríguez Guemes, Pasqaule (Pascual) de Castro Herrera e Stefano (Esteban) Vázquez, furono arrestati e portati nella prigione di Guadalajara. I sei giovani e il loro direttore rimasero in prigione a Guadalajara fino a quando non furono fucilati il ​​6 dicembre.
Il 6 dicembre 1936, sentendo l'imminenza della loro fine, ricevettero dal loro superiore l'assoluzione dei peccati, si radunarono in preghiera attorno al loro direttore fino a quando furono fucilati nella stessa prigione.
Eliodoro Ramos è stato beatificato il 28 ottobre 2007 a Roma dal Cardinale José Saraiva Martins, prefetto della Congregazione per le Cause dei Santi, durante la cerimonia di beatificazione di ben 498 martiri spagnoli.
La festa per il beato Eliodoro Ramos è stata fissata nel giorno 6 dicembre.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-11-22

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità