Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Luigi Amig̣ y Ferrer Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Luigi Amig̣ y Ferrer

.

17 ottobre 1854 - 1° ottobre 1934


José Maria Amigò y Ferrer (Luis in religione) nacque a Masamagrell (Valenza - Spagna) il 17 ottobre 1854. Nel 1866, dodicenne, fece la sua Prima Comunione. Iscritto a diverse associazioni che promuovevano il lavoro apostolico con gli emarginati, con i suoi amici si recava spesso negli ospedali a visitare gli ammalati per rincuorarli con la parola e anche per alleviarne i disagi servendoli nelle loro necessità. In questo ambiente saturo di pietà, andò maturando in lui la vocazione allo stato religioso. Però, c'era solo un piccolo problema: gli ordini religiosi in Spagna erano stati banditi da oltre trent'anni... A questo si aggiunsero in poco tempo altri eventi dolorosi che segnarono l'adolescenza di Giuseppe Maria: un'ennesima rivoluzione politica che colpì anche il suo paese e la scomparsa prematura dei suoi genitori. La Provvidenza si presentò nella sua vita attraverso il sacerdote che assistette la sua mamma moribonda: infatti, questi si prese amorevolmente cura di lui e delle sue sorelle.
Insieme ai suoi amici sognava di diventare un monaco certosino; ma, all'età di vent'anni, compiuti gli studi umanistici e filosofici nel seminario di Valenza, fu indirizzato alla casa-noviziato dei cappuccini spagnoli in Bayonne (Francia), dove vestì l'abito francescano il 12 aprile 1874, prendendo il nome di Luigi. Fece la professione semplice il 18 aprile 1875.
Con la restaurazione degli Ordini religiosi in Spagna, soppressi dal 1835, nel 1877, ancora studente di teologia, raggiunse il convento di Antequera (Màlaga), dove il 21 aprile 1878, emise la professione solenne. Lo stesso anno siglò con il proprio sangue il voto eroico di carità, rinunciando a tutte le sue opere meritorie in favore delle anime del purgatorio. L'anno seguente fu trasferito al convento di Montehano (Santander) dove, ordinato sacerdote il 29 marzo 1879, si dedicò al ministero della predicazione e delle confessioni. Nell'agosto 1881 fu inviato al convento del paese natio, come vicemaestro dei novizi, dedicandosi a restaurare la fraternità del Terz'Ordine Francescano, ravvivando così la coscienza cristiana e la vita di pietà nella regione di Valenza. Sensibile al problema dell'infanzia e della gioventù abbandonata o traviata, nel 1885 fondò la Congregazione delle Terziarie Cappuccine della Sacra Famiglia, per la protezione e l'educazione delle orfane negli asili o scuole, per la rieducazione delle ragazze nelle case di correzione, nonché per l'assistenza negli ospedali e per il servizio alle missioni. Per l'istruzione e la rieducazione dei giovani rinchiusi nei riformatori, nel 1889 istituì la Congregazione dei Terziari Cappuccini dell'Addolorata (detti anche "Amigoniani"). Il metodo educativo tracciato per le due congregazioni consisteva essenzialmente nell'uso della persuasione e dell'aiuto, con l'ausilio di altri mezzi di prevenzione e di stimolo, esclusi sempre quelli violenti o coercitivi.
Intanto, nel 1885, padre Luigi era stato nominato guardiano di Masamagrell e definitore provinciale dell'allora unica provincia cappuccina di Spagna; questa stessa carica disimpegnò, dal 1889 al 1898, nella nuova provincia di Toledo. Il 16 dicembre 1898 fu nominato ministro provinciale della restaurata provincia di Valenza, reggendola fino al 1902. La fama di saggio restauratore, organizzatore e fondatore, nonché i frutti del suo apostolato, gli meritarono la nomina, il 18 aprile 1907, a vescovo titolare di Tagaste e amministratore apostolico della diocesi di Solsona. Il 18 luglio 1913 fu promosso vescovo-residenziale di Segorbe. Austero e povero, mite e prudente nel procedere, con una illimitata fiducia nella divina Provvidenza, imperniò la sua azione pastorale su tre punti allora di grande attualità e urgenza: la restaurazione della vita e della pietà cristiana, la questione sociale e la formazione religiosa e morale della gioventù priva di scuole cattoliche. A questi tre obiettivi mirarono le 53 esortazioni pastorali, le 131 lettere e le 102 circolari da lui scritte. Ebbe una speciale cura di elevare il livello spirituale e intellettuale del suo clero, riorganizzò i seminari, fondò numerosi collegi e scuole parrocchiali, attivò i circoli cattolici per una più matura coscienza sociale soprattutto della classe operaia. Per regia nomina, fu anche senatore del Regno dal 1914 al 1923. Morì a Godella il 1° ottobre 1934 e fu sepolto nella casa-madre delle Terziarie Cappuccine a Masamagrell.
Oltre alle Costituzioni, più volte rivedute e perfezionate, dettate per le due congregazioni da lui fondate, monsignor Amigò scrisse la propria Autobiografia (Valenza 1944; edizione critica a cura di A. Gonzalez, ivi 1982; versione italiana: Sulle orme di Francesco, Lucera 1982), fonte primaria per la conoscenza della sua spiritualità, come lo è pure, per quanto riguarda la sua attività di vescovo, la raccolta delle sue Exhortaciones pastorales (Madrid 1968) e delle sue Cartas circulares y ordenaciones (ivi 1969).
Il 18 gennaio 1950, presso la Curia arcivescovile di Valenza, fu iniziato il processo ordinario sulla fama di santità, seguito poi dai processi ordinari sugli scritti e sul "non cultu" aperti presso la Congregazione dei Riti il 25 ottobre 1952. Consegnata nel 1971 la Positio sull'introduzione della causa, il relativo decreto veniva firmato il 7 luglio 1977. La Positio super Virtutibus è in avanzato stato di preparazione. Si sta esaminando un fatto prodigioso su cui la consulta medica ha dato pareri discordanti.
Attualmente monsignor Luigi Amigò y Ferrer è Venerabile.


Fonte:
www.cappuccinivarazze.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2011-09-07

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità