Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione M > Beata Maria Luisa (Elisabeth de Lamoignon) Condividi su Facebook Twitter

Beata Maria Luisa (Elisabeth de Lamoignon) Fondatrice

4 marzo

Parigi, Francia, 3 ottobre 1763 - Vannes, Francia, 4 marzo 1825


Nascita e infanzia
Marie Louise Élisabeth de Lamoignon nacque il 3 ottobre 1763 a Parigi. Era figlia di Christian François del Lamoignon de Basville, custode dei sigilli di Francia nel 1787, e Marie Élisabeth Berryer. La famiglia faceva parte dell'alta nobiltà francese.
Marie Louise Élisabeth fu battezzata lo stesso giorno della sua nascita nella chiesa di Saint Sulpice.
Vive la sua infanzia in maniera felice, molto spesso accanto alla nonna madame Berryer, nel suo castello di Thubeuf in Normandia.
La ragazza è influenzata dal gesuita Louis Bourdaloue, direttore spirituale della famiglia.
Riceve la sua prima comunione all’età di otto anni.

Sposa a sedici anni
A soli sedici anni, nel febbraio 1779, sposa nella cappella dell'Hotel Lamoignon, Édouard François Mathieu Molé, consigliere del Parlamento di Parigi.
Dalla loro unione nasceranno cinque figli. Solo due di essi raggiungeranno l'età adulta: Louis Mathieu futuro ministro della Restaurazione e Félicité che sposò Christian de Lamoignon.
Marie Louise Élisabeth, divenuta la contessa Molé, cresce spiritualmente grazie al parroco di Saint Suplice, Mr. de Pancemont. Con gruppo di donne decide di impegnarsi nell’aiuto ai poveri del quartiere e durante un ritiro spirituale con il parroco sente la chiamata di Cristo.

Con la Rivoluzione francese viene ghigliottinato il marito
Con l’avvento delle Rivoluzione la famiglia rimane in Francia.
Dopo un breve soggiorno a Bruxelles nel 1791, il conte e la contessa Mole de Champlatreux ritornano nella capitale francese, nel gennaio 1792, per conformarsi alle nove leggi. Durante la Rivoluzione i coniugi Mole vengono arrestati e rinchiusi alla Conciergerie . Marie Louise Élisabeth fu rilasciata per la sua salute cagionevole, ma il marito, uomo integro e caritatevole, sarà ghigliottinato nel giorno di Pasqua del 1794.
Madame Molé è profondamente colpita dall'esecuzione di suo marito. Inoltre, è scossa anche dalla morte della figlia di quattro anni.

Verso il convento
Dopo queste vicissitudini familiari, Marie Louise Élisabeth pensa di ritirarsi in un convento, ma fu dissuasa dal suo confessore.
A trent'anni e rinnova il suo patto con la “Croce di Cristo”.
Il suo direttore spirituale, M. de Pacemont, con il quale aveva una corrispondenza segreta, tornato dall’esilio, nel 1802 venne nominato vescovo di Vannes.
Sarà lui ad incoraggiarla a fondare una congregazione religiosa nel 1803, che si occupi delle ragazze perdute. Gli scrive: "Dio ti sta aspettando per iniziare il suo lavoro".
I suoi due figli sono sposati, e lei accetta la proposta.

Fondatrice delle Suore di Carità di Saint Luois
Marie Louise Élisabeth si stabilisce a Vannes con alcune compagne e con sua madre, Madame de Lamoignon, in un primo convento acquistato, vicino al porto della città. Qui, madame Molé apre una scuola per le ragazze di famiglie povere.
Il 15 maggio 1803, in questo convento fonderà la congregazione delle Suore della Carità di Saint Louis.
Alle Figlie della Carità, la fondatrice chiedeva di formarsi sul modello di Maria ai piedi della Croce.
Marie Louise Élisabeth pronuncia i suoi voti religiosi e assume il nome di Suor Saint-Louis.
In pochi giorni è nominata superiora generale e diventa Madre Saint Louise.
In Bretagna l’Istituto religioso cresce: nel 1807 viene aperta una casa a Auray, nel 1816 fu aperta una seconda casa a Pléchâtel  e nel 1824 venne acquistato l'ex convento si Saint Gildas del Rhuys dove fu aperta una scuola gratuita.
L'istituto religioso è il 24 aprile 1816 riceve l’approvazione diocesana dal nuovo vescovo di Vannes, mons. Pierre Ferdinand de Basset-Roquesfort.

Morte della fondatrice
Madre Saint-Louis morì il 4 marzo 1825, stringendo sul suo cuore il crocifisso che non l'aveva lasciata sin dai suoi primi anni. È stata sepolta a Vannes nella cappella della comunità.
Alla morte della fondatrice la congregazione contava una cinquantina di suore che desiderano vivere secondo lo spirito di Madre Saint Louis per portare ai diseredati l'amore di Dio, che viveva in loro. Papa Gregorio XVI concederà l'approvazione definitiva dell'Istituto il 4 dicembre 1840.

Beatificazione di Madre Saint Luois
Nel 1959, presso la diocesi di Vannes venne aperto il processo per la beatificazione di Madre Saint Luois. Nel 1977, è stata approvata la Positio storica.
Il 16 gennaio 1986 Giovanni Paolo II dichiara venerabile Madre Saint Louis.
Il 10 febbraio 2011 la Santa Sede riconosce il miracolo per la guarigione di Marcel Lesage, un Quebecker affetto da osteomielite cronica, guarito a seguito delle preghiere a Madre Saint Louis da parte della sua famiglia.
Il 19 dicembre 2011 Benevdetto XVI promulga il decreto per la beatificazione, e Madre Saint Louis è beatificata sulla spianata del porto di Vanne il 27 maggio 2012. Questa è stata la prima beatificazione celebrata in Bretagna. La festa per Madre Saint Louis è stata fissata nel giorno 4 marzo.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2018-05-25

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati