Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Gruppi di Martiri > Beate Martiri Spagnole Carmelitane Scalze di Guadalajara Condividi su Facebook Twitter

Beate Martiri Spagnole Carmelitane Scalze di Guadalajara Vergini e martiri

24 luglio

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

† Guadalajara, Spagna, 24 luglio 1936

Poco dopo lo scoppio della guerra civile spagnola, la comunità delle monache Carmelitane Scalze del monastero di San Giuseppe a Guadalajara si disperse e le sue componenti, in abiti civili, dovettero cercare rifugio altrove. Il 24 luglio 1936 tre religiose, suor Maria degli Angeli di San Giuseppe, suor Maria del Pilar di San Francesco Borgia e suor Teresa di Gesù Bambino e di San Giovanni della Croce, furono però sorprese da un gruppo di miliziani, che spararono su di loro appena uscirono dall’edificio dove avevano cercato riparo. La prima morì sul colpo e la seconda in ospedale, mentre la terza, inizialmente scampata al fuoco, venne fucilata presso il cimitero cittadino. Queste tre monache sono state le prime martiri uccise durante la guerra civile spagnola ad essere beatificate: la celebrazione si è svolta il 29 marzo 1987, nella basilica di San Pietro a Roma. La loro memoria liturgica cade il 24 luglio, giorno anniversario della loro nascita al Cielo. I loro resti mortali sono venerati presso il monastero carmelitano di San Giuseppe, a Guadalajara, in calle Ingeniero Mariño 8.

Martirologio Romano: A Guadalajara in Spagna, beate Maria del Pilar di San Francesco Borgia (Giacoma) Martínez García, Teresa di Gesù Bambino (Eusebia) García García e Mariangela di San Giuseppe (Marciana) Voltierra Tordesillas, vergini dell’Ordine delle Carmelitane Scalze e martiri, che in tempo di persecuzione raggiunsero la corona del martirio acclamando con gioia Cristo Sposo.


Il contesto storico
La vicenda del martirio della monaca carmelitana scalza suor Maria del Pilar di San Francesco Borgia, al secolo Jacoba Martínez García, e delle sue due consorelle e compagne di martirio, suor Maria degli Angeli di San Giuseppe, al secolo Marciana Valtierra Tordesillas e suor Teresa del Bambino Gesù e di San Giovanni della Croce, al secolo Eusebia García y García è compresa nella grande carneficina che insanguinò la Spagna con la Guerra Civile del 1936-‘39.
Anche a causa di opportunità politiche, per lungo tempo, si è steso un velo su quegli sconvolgimenti che coinvolsero una parte della cattolicissima Spagna, ma soprattutto la Chiesa di quelle diocesi: fra vescovi, sacerdoti diocesani, seminaristi, religiosi e suore di tanti Ordini monastici, subì la perdita di più di 7.300 membri.

Le Carmelitane Scalze a Guadalajara nella persecuzione della guerra civile
Tuttavia, anche Guadalajara venne travolta dalla guerra civile, iniziata in Spagna il 18 luglio 1936: la città, quattro giorni dopo, cadde in mano ai miliziani comunisti. Le monache Carmelitane Scalze dovettero abbandonare il loro monastero di San Giuseppe, che stava per essere incendiato: verso sera, in abiti civili e a gruppi di due, cercarono riparo.
Il 24 luglio, dato che c’erano già troppe monache nello stesso luogo (quattordici delle diciotto che componevano la comunità) e rischiavano di mettere in pericolo anche la padrona di casa, una di esse, la giovane suor Teresa di Gesù Bambino e di San Giovanni della Croce, si offrì di portare due consorelle in un luogo più sicuro: con lei uscirono, verso le quattro di pomeriggio, suor Maria del Pilar di San Francesco Borgia e suor Maria degli Angeli di San Giuseppe.

Il martirio
Mentre camminavano, le tre monache passarono accanto a un camion di miliziani che stavano facendo uno spuntino. Furono riconosciute da una di essi, la quale incitò i suoi compagni a sparare su di loro: avevano i capelli troppo corti per essere scambiate per delle laiche. I miliziani scesero quindi dal camion e andarono a cercarle: erano già entrate in un portone, ma vennero obbligate a scendere in strada.
La prima a cadere fu suor Maria degli Angeli, che perse la vita quasi subito. Fu poi la volta di suor Maria del Pilar: morì dissanguata alcune ore dopo, nell’ospedale della Croce Rossa dove era stata trasportata, invocando da Dio il perdono per i suoi uccisori. Per ultima venne uccisa la più giovane, suor Teresa del Bambino Gesù. Dopo aver resistito a delle offerte disoneste ed essersi rifiutata d’inneggiare al comunismo, fu fucilata presso il cimitero, mentre gridava: «Viva Cristo Re!».
I corpi furono sepolti in una fossa comune e vennero riesumati solo a guerra terminata, il 10 luglio 1941: furono riconosciuti tramite i resti dello Scapolare del Carmelo e del crocifisso della professione religiosa. Due giorni dopo vennero trasferiti solennemente al Carmelo di Guadalajara, dove furono da subito oggetto di venerazione da parte dei fedeli.

La causa di beatificazione
Il processo informativo per il riconoscimento del loro martirio è stato condotto nella diocesi di Sigüenza-Guadalajara: aperto l’11 maggio 1955, è stato concluso l’8 marzo 1958. Il 14 febbraio 1962 è stato promulgato il decreto sugli scritti, mentre il decreto di convalida del processo informativo è giunto l’11 novembre 1983, dopo il rallentamento prudenziale imposto a tutte le cause relative ai martiri spagnoli morti durante la guerra civile.
La “Positio super martyrio” è stata presentata nel 1985 ed è stata valutata positivamente sia dai consultori teologi, il 12 novembre 1985, sia dai cardinali e vescovi membri della Congregazione delle Cause dei Santi, il 21 gennaio 1986. Col decreto di approvazione del martirio, promulgato il 22 maggio 1986, la causa delle tre Carmelitane di Guadalajara è quindi diventata la prima in assoluto, tra quelle dei martiri uccisi durante la guerra civile spagnola, a pervenire a una conclusione positiva.
Infine, il 29 marzo 1987, nella basilica di San Pietro a Roma, san Giovanni Paolo II ha beatificato suor Maria del Pilar di San Francesco Borgia e le sue due compagne, insieme al cardinale Marcello Spinola y Maestre e al sacerdote Manuel Domingo y Sol. La loro memoria liturgica è stata fissata al 24 luglio, giorno anniversario della loro nascita al Cielo.

Le singole schede di ciascuna Beata:
91977 - Maria del Pilar di San Francesco Borgia (Jacoba Martínez García)
91978 - Maria degli Angeli di San Giuseppe (Marciana Valtierra Tordesillas)
91979 - Teresa del Bambino Gesù e di San Giovanni della Croce (Eusebia García García)
 


Autore:
Antonio Borrelli ed Emilia Flocchini

_____________________
Aggiunto il 2017-01-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati