Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Gruppi di Martiri > Martiri Cattolici delle Isole Solovki Condividi su Facebook Twitter

Martiri Cattolici delle Isole Solovki

.



Alekasandrov Nikolaj Nikolaević (1884 – 1936)
Ingegnere meccanico lavora prima a Mosca ed in seguito a Berlino dove nel 1912 abbraccia il cattolicesimo. Nel 1913 ritorna a Mosca. Arrestato nel 1918, viene liberato dopo breve tempo. Membro della comunità dei cattolici bizantini, nel 1921 viene consacrato vescovo. Parroco della chiesa della nascita della Madre di Dio dal settembre 1922. Arrestato a Mosca il 14 novembre 1923 e condannato a dieci anni da scontarsi alle Solovki. Dal 9 giugno 1929 è trasferito sull’isola Anzer. Librato nel 1934 vive a Dmitrov (provincia di Mosca) come ingegnere. Nuovamente arrestato il 15 luglio 1935 è condannato ad altri 5 anni di lager. Muore al Cremlino delle Solovki il 19 maggio 1936

Balašov Vladimir Vasil’ević (1880 – 1937)
Nato a Šadrinsk (governatorato di Perm). Studia al ginnasio reale di Perm. Qui è arrestato e condannato ad un anno e mezzo di prigione dal governo zarista per aver partecipato al movimento studentesco antimonarchico. Conseguita la laurea in ingegneria a S. Peterburg nel 1909 diventa cattolico e si unisce alla comunità della parrocchia bizantina della Discesa dello Spirito Santo; Nel 1918 si trasferisce a Mosca, lavora come ingegnere e frequenta la parrocchia cattolica bizantina della Nascita della Madre di Dio; redattore della rivista cattolica “Parola di Verità”. Viene arrestato a Mosca il 16 novembre 1923 e condannato a 10 anni di lager nelle isole Solovki. Scontata la pena viene esiliato nel Nord della Russia per tre anni. Il 15agosto 1935 viene nuovamente arrestato e condannato a 5 anni di lager. Qui la condanna è tramutata con la pena capitale. Fucilato il 5 dicembre 1937.

Baranovskij Leonard Jakovlević (1876 – 1930)
Sacerdote cattolico di rito latino. Nato a Vitebsk. Compie gli studi all’Accademia teologica cattolica di S. Peterburg. Ordinato sacerdote nel 1900 viene assegnato alla parrocchia di Santa Caterina di S. Peterburg. In seguito è insegnante di religione a Smolens (1904), decano a Polock (1909 – 1914), parroco a Kazan’ (1915) e nello stesso anno decano a Vitebsk. Arrestato come ostaggio nel 1919, viene rilasciato dopo pochi giorni. Arrestato a Vitebsk nel 1925 è condannato a tre anni da scontare alle Solovki. Liberato il 13 luglio 1928, condannato a tre anni di esilio in Siberia dove muore di tifo il 12 dicembre 1930.

Batmalasvili Shio Grigor’ević (1885 – 1937)
Nato nella città di Achlcich (Governatorato di Tiflis). Compie gli studi teologici a Roma, ordinato sacerdote nel 1912, esercita il ministero sacerdotale in Georgia dove viene nominato Amministratore apostolico. Arrestato a Tifis il 29 luglio 1927 e condannato a 10 anni di lager da scontare alle Solovki. Nel 1932 arrestato nell’isola di Anzer (Solovki) e condannato alla pena capitale. Fucilato il 1 novembre 1937

Bujal’skij Francisk Kostantinović
(1891 – 1958)
Nato a Janvka (governatorato della Volynija). Frequenta il seminario cattolico di Zhitomir e nel 1915 viene ordinato sacerdote: Nel 1920 è parroco a Skvir. Nel 1924 arrestato per la prima volta e liberato dopo poco tempo. Il 5 marzo 1927 arrestato la seconda volta e condannato a 10 anni da scontare alle Solovki. Nel 1929 trasferito all’isola Anzer. Il 15 novembre 1932 viene scambiato con un prigioniero comunista. Muore a Varsavia nel 1958.

Karpinskij Sergej Grigor’ević (1890 -?)
Studia nel seminario cattolico di S. Peterburg. Arrestato nel novembre 1923 assieme ai cattolici di rito bizantino. Il 19 maggio 1924 è condannato a 10 anni di lager che sconta alle Solovki. Viene ordinato segretamente ipodiacono il 26 dicembre 1926 dal vescovo Sloskan, diacono il 5 settembre 1928, sacerdote due giorni dopo. Nello stesso anno viene trasferito nell’isola Anzer. Nel 1932 viene condannato nel lager. Sconosciuto l’ammontare della pena ed il giorno della sua morte. Probabilmente fucilato.

Novickij Donat Giljarović (1893 – 1971)
Studiò nel seminario cattolici di S. Peterburg ed in seguito passò ai battisti. Venne arrestato a Mosca il 16 novembre 1923 assieme ai membri della comunità cattolica di rito bizantino ed il 19 maggio 1924 condannato a 10 ani di lager. Trasferito alle Salavki il 21 settembre 1925. Qui venne ordinato segretamente sacerdote di rito bizantino dal vescovo Boleslav Sloskan. Arrestato nell’isola di Anzer il 5 luglio 1932 fu trasferito dalle Solovki a Leningrado e scambiato con un prigioniero comunista il15 settembre 1932. Morì in Polonia il 17 agosto 1971.

Sloskan Boleslav Bernardović (1893 –1981)
Nasce a Ludze (prov. di Vitebsk).Studia nel seminario teologico cattolico di S. Peterburg (1916), ordinato sacerdote nel 1917, prosegue gli studi nell’Accademia teologica di S. Peterburg fino alla chiusura della stessa (1918). Presta servizio a S. Peterburg ed in altre città. Nel 1924 a Mosca nella parrocchia di S. Paolo. Il 10 maggio 1926 viene segretamente ordinato vescovo da D’Herbigny e designato Amministratore apostolico della diocesi di Mogilev. Viene arrestato a Mogilev il 17 ottobre 1927 e condannato a 3 anni. Dopo la primavera del 1928 è alle Solovki. Nel 1929 trasferito all’isola Anzer. Liberato il 3 ottobre 1930 viene mandato in esilio per 3 anni in Siberia. Ritorna a Mogolev, ma viene nuovamente arrestato l’8 novembre 1930 e condannato al lager. E’ detenuto nei lager di Irkutsk, Krasnojarsk, Enisejsk, Novoturuchansk finchè il 20 gennaio 1933 è scambiato con un prigioniero comunista. Dal 1933 al 1941 vive in Estonia rettore del
seminario teologico cattolico di Riga. Durante la seconda guerra mondiale, con l’occupazione dei paesi baltici da parte dell’esercito tedesco viene arrestato e trasferito in una prigione della Germania. Dopo la fine della guerra vive a Bruxelles dove muore il 18 aprile 1981.

Trojgo Jan Janović (1880 – 1932)
Nasce a Sokol’skij (Grodno, Bielorussia): Ordnato sacerdote cattolico nel 1906, nel 1908 completa gli studi teologici all’Accademia di S. Peterburg dove nel 1910 è nominato professore di liturgia. Nel 1923 è arrestato e condannato a 3 di prigione. Viene liberato prima dello scadere del termine della pena nel gennaio 1925. Nuovamente arrestato il 14 gennaio 1927 e condannato a 5 anni da scontare nel lager delle Solovki. Nel 1929 viene trasferito all’isola di Anzer. Muore nella prigione di Leningrado l’11 agosto 1932.

Chomić Pavel Semenović (1893 – 1942)
Nato a Volokovysk (Grodno, Bielorussia). Passa al cattolicesimo nel 1905. Frequenta il seminario e l’Accademia teologica di S. Peterburg. Ordinato sacerdote nel 1916. Svolge il ministero sacerdotale in varie parrocchie finchè nel 1927 è arrestato a Leningrado e condannato a 10 anni di lager da scontare nelle Salovki, prima al Cremlino e poi sull’isola di Anzer. Nel 1933 nel lager viene condannato ad un anno di prigione a regime severo. Liberato nel 1936. Dal 1939 vive a Leningrado e svolge il compito di Amministratore apostolico. Viene arrestato il 15 luglio1942 e fucilato nello stesso anno il 10 ottobre.


Autore:
Padre Romano Scalfi


Fonte:
www.culturacattolica.it

_____________________
Aggiunto il 2013-04-09

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati