Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Venerabili > Venerabile Sebastiano Elorza Arizmendi Condividi su Facebook Twitter

Venerabile Sebastiano Elorza Arizmendi Religioso agostiniano

.

Idiazábal, Spagna, 31 ottobre 1882 - Santa María de La Vid, Spagna, 8 dicembre 1942


La vita religiosa di questo fratello agostiniano trascorse nel monastero di S. Maria de La Vid (Burgos - Spagna). Lì visse per più di quarant'anni attendendo a quegli umili servizi che in un convento di circa un centinaio di religiosi erano richiesti ai fratelli. Per la maggior parte del tempo si occupò della portineria distinguendosi in special modo per l'attenzione prestata ai forestieri e ai poveri. Era nativo di Idiazabal (Guipuzcoa), nel nord della Spagna, dove vide la luce nel 1882.

A tre anni perse i genitori e fu educato dagli zii e con loro si dedicò ai lavori dei campi. A 17 anni entrò nel convento di La Vid. Uomo di riconosciuta nobiltà d'animo e di pietà. Silenzioso, timido, di carattere bonario, il lavoro quotidiano della portineria fu per lui l'occasione per esercitare il servizio e la generosità. Sapeva fare le cose più semplici ed elementari con una bontà e con un amore tali da infondere rispetto e venerazione a quanti trattavano con lui. E' ricordato soprattutto per il suo comportamento verso i poveri che frequentavano il convento per ricevere un po' di cibo e qualcosa per vestire. Uno dei religiosi che visse con lui, così lo rievoca: "Fra Elorza passava inavvertito negli orari che regolano la vita della comunità, ma la sua figura giganteggiava ad ogni mezzogiorno, quando, senza sapere come, rimediava una porzione di cibo per i poveri che si avvicinavano al Monastero. Tempi quelli di molta fame e poco pane, che si moltiplicava, così almeno lo credevano ingenuamente, nelle mani caritatevoli del fratello e, insieme con il pane, la parola colma di tenerezza e di consolazione di chi viveva in profondità la regola agostiniana: meglio aver meno bisogni che avere molte cose".

Non ebbe altro mondo che il suo Monastero e all'interno di esso la portineria. Le sue preoccupazioni ed i temi dei suoi colloqui non vertevano su altro se non sui poveri e sul lavoro, cui sempre attese con dedizione e allegria.

E' ricordata anche la sua sincera e profonda devozione all'Eucarestia e alla Madonna. Nel dicembre del 1942, il giorno 8, rese l'anima al Signore con quella dignità che aveva sempre accompagnato la sua vita. I suoi resti mortali riposano nella chiesa del Monastero di La Vid. Il processo informativo diocesano si svolse negli anni 1968-71, nel 1973 fu aperto nella Congregazione dei Santi a Roma, e nel 1991 ottenne il decreto di validità. Il 3 aprile 2014 è stato dichiarato Venerabile da Papa Francesco.


Autore:
M. A. Martin Jůarez O.S.A.


Fonte:
www.cassiciaco.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2013-12-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati