Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione P > San Pauliano di Le Puy Condividi su Facebook Twitter

San Pauliano di Le Puy Vescovo

14 febbraio

VI sec.


San Pauliano (Paulien) è un vescovo vissuto nel VI secolo.
Non ci sono notizie certe di questo vescovo a cui, in alcuni casi, viene attribuita la fondazione della sede episcopale dei Vellaves, nell’antica capitale del paese Ruessium.
La diocesi dell’antico popolo della Gallia celtica, dei Vellavi (Vellaves), è attestata a partire, dal IV secolo.
Tradizionalmente si ritiene che la prima sede della diocesi fosse la città di Ruessium, oggi Saint-Paulien, che in seguito è stata trasferita a “Anicium”, l'odierna Le Puy-en-Velay, grazie alla decisione di Sant’Evodio.
Secondo le fonti tradizionali San Giorgio è il fondatore della prima comunità cristiana a cui succedettero san Macario, san Marcellino, san Ronzio, Eusebio e san Pauliano.
Per quanto riguarda Puy, nel sacramentario del X secolo contenuto nell’antico catalogo dei vescovi di Puy sono menzionati solo cinque santi vescovi: Evodio, Aurelio, Suacro, Scutario e Ermentario.
Delle primitive vicende dell’insediamento cristiano e della diocesi pochi sono i vescovi storicamente documentati per i primi nove secoli di storia.
Su San Pauliano non sappiamo nulla. Restano solo delle attestazioni.
Nel testo “Vite dei padri dei martiri e degli altri principali santi” dell’abate Albano Butler, pubblicata nel 1825, viene ricordato anche San Pauliano.
“Si celebra la festa di San Paolino o Pauliano il 24 febbraio, sesto successore di San Giorgio e che è titolare della chiesa ove riposano le sue reliquie, e dal quale l’antica città di Ruessium prese il nome di San Pauliano. Ma questa città perdette il suo splendore, che passò a quella di Puy. Qui sant’Evodio, successore di San Pauliano, fece costruire una grande chiesa intitolata alla Vergine che divenne celebre e dove vi fu trasferita la sede episcopale nel VI secolo”.
La tradizione ci riporta che San Pauliano trovò una comunità cristiana in decadenza e lui avrebbe risollevata e fatta rinascere. Resta anche una testimonianza che riporta: "ha felicemente elevato la sua Chiesa con virtù e zelo pastorale".
Inoltre si racconta che a Ruessiun ci fosse una tomba di un cristiano non identificato che era particolarmente venerata dai fedeli. Tale sepolcro nel racconto tradizionale divenne la la tomba di un vescovo, identificato con san Pauliano.
La sua festa si celebra nel giorno 24 febbraio.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-01-16

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati