Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Testimoni > Jean Vanier Condividi su Facebook Twitter

Jean Vanier Fondatore

Testimoni

Ginevra, Svizzera, 10 settembre 1928 Parigi, Francia, 7 maggio 2019

Dal 1964 impegnato con le persone con disabilità più gravi, fondatore dell’Arca e del movimento “Foi et Lumiere”. Fino agli ultimi mesi aveva conservato il carisma silenzioso della guida che accoglie con premura, allargando le lunghe braccia e curvandosi sul nuovo arrivato, avvolgendolo nell’effluvio di un sorriso saggio e buono. Nel suo apostolato laico durato ben oltre mezzo secolo, soprattutto al fianco dei suoi «amici» con disabilità mentali, Jean Vanier ha abbracciato un intero popolo di anime arse dalla sete d’amore e spesso riscattate dai margini della società.



Jean Vanier è dottore in filosofia, scrittore, leader morale e spirituale e fondatore di due importanti organizzazioni internazionali basate sulla comunità, "L'Arca" e "Fede e Luce", dedicate alle persone con handicap.
Le 135 comunità de L'Arca in 33 paesi e le 1600 comunità di Fede e Luce in 80 paesi sono dei veri e propri centri di trasformazione umana.
Da oltre quattro decenni, egli in prima persona, all'interno o all'esterno di queste organizzazioni, è un fervente difensore delle persone povere e ferite in seno alla nostra società.
Proprio quando le organizzazioni che tutelano le persone con handicap mettono davanti a tutto le nozioni di tolleranza, di diritto e di integrazione, Jean Vanier formula un modo di pensare differente che pur basandosi su questi principi generali della società civile ci invita ad andare più lontano.
Ci invita a riconoscere i doni e i preziosi insegnamenti che ci offrono queste persone rifiutate dalla società quando sono adeguatamente sostenute e accolte.
Il carisma, gli scritti e le opere di Jean Vanier oltrepassano le frontiere religiose e culturali.
Egli è un teologo e un filosofo che pur facendo cose molto semplici nella vita vita di tutti i giorni riesce a trasmettere con profonda empatia una capacità universale di di fare del bene in un mondo estremamente complesso e culturalmente diversificato.
La sua esperienza testimonia il potere trasformante dell'amore, della vulnerabilità, del perdono e della semplicità, qualità spirituali estremamente rare ai nostri giorni.
Proprio quando il mondo moderno ci incita a privilegiare lo sviluppo delle nostre capacità personali e i grandi risultati, l'esperienza di Jean Vanier accanto alle persone con handicap e la riflessione spirituale che ne è scaturita, ci invita a coltivare una sincera apertura ai desideri dell'altro, ad essere attento alla bellezza che sorge dalle cose ordinarie, ad essere un appoggio costruttivo per il prossimo, e a porre la nostra attenzione "all'essere con", stando proprio accanto alle persone meno fortunate.
Lo sviluppo de L'Arca e di Fede e Luce dimostra l'enorme potere di rinnovamento e di trasformazione umana che scaturisce da questi atteggiamenti quando sono ben coltivati.

Infanzia e gioventù

Jean Vanier proviene da un eminente famiglia canadese: suo padre era un veterano decorato della Prima Guerra Mondiale, avvocato, diplomatico e Governatore Generale del Canada.
Jean nasce nel 1928 e riceve un'educazione di alto livello in lingua inglese e francese, prima in Canada e in seguito nel Regno Unito e in Francia, dove suo padre viene inviato come diplomatico.
Jean Vanier e la sua famiglia riescono a fuggire da Parigi qualche giorno prima dell'occupazione nazista. Durante la maggior parte della Seconda Guerra Mondiale, frequenta un'accademia navale britannica, in previsione di una carriera da ufficiale della Marina.
All'inizio del 1945, Jean Vanier visita Parigi, dove suo padre era ambasciatore del Canada; lo accompagna sua madre che si prende cura dei sopravissuti dei campi di concentramento. Questi uomini scarni, con i visi contorti dalla paura e dalla sofferenza, sono per lui il primo contatto impressionante e profondamente toccante con un'umanità ferita, un incontro che non dimenticherà mai più.
Poco dopo, all'età di diciassette anni mentre la Seconda Guerra Mondiale infuria ancora, si unisce alla Royal Navy e viene in seguito trasferito alla Marina canadese
Nel 1950, sentendo una forte vocazione spirituale a fare "qualcos'altro", egli rinuncia alla sua carriera di ufficiale, tudia teologia e filosofia e completa un dottorato su Aristotele.
Dopo una breve e brillante carriera d'insegnamento all'Università di Toronto, Jean Vanier lascia il mondo accademico nel 1964 per proseguire la sua ricerca interiore e spirituale.

Breve cronologia

• 1928 Canadese, nato a Ginevra; figlio del defunto Governatore Generale del Canada George Vanier e di Pauline Vanier. Dopo la morte di George Vanier nel 1967 la Sig.ra Vanier si trasferisce nella prima comunità dell'Arca a Trosly, in Francia, dove vive fino al 1991 anno in cui muore all'età di 93 anni.
• 1941 Ammesso al Dartmouth Naval College, nel Regno Unito all'età di 13 anni.
• 1945 Entra alla Royal Navy. Viene trasferito alla Marina canadese nel 1948 e assegnato alla porta-aerei «Magnificent».
• 1950 Decide di lasciare la Marina e si iscrive come studente di filosofia e teologia a Parigi, dove ottiene un dottorato in filosofia dall'Institut Catholique. Scrive la sua tesi su Aristotele.
• 1963 Insegna filosofia al St. Michael's College e all'Università di Toronto.
• 1964 Fonda l'Arca a Trosly, in Francia, con il suo amico Thomas Philippe, dominicano, e con Raphaël Simi e Phillip Seux, due persone con Handicap che vivevano all'interno di un'istituzione psichiatrica. Oggi 135 comunità sono diffuse in 30 paesi. Padre Thomas Philippe è deceduto nel 1993.
• 1968 Organizza il primo ritiro di « Foi et Partage » al Marylake, a King nell'Ontario, dove si riuniscono laici, religiosi e persone con handicap. Da allora, centinaia di ritiri di Foi et Partage sono stati organizzati per diverse persone nell'America del Nord.
• 1971 Con Marie-Hélène Mathieu, fonda Foi et Lumière, una organizzazione che riunisce ogni mese delle persone con handicap, le loro famiflie e i loro amici. Oggi, esistono più di 1600 gruppi di Fede e Luce in 80 paesi.
• 1971 Con Marie-Hélène Mathieu, organizza e anima il primo pellegrinaggio di Fede e Luce a Lourdes, che riunisce 12000 persone, di cui 4000 con un handicap. Da allora, ogni 10 anni, a Lourdes o a Roma viene organizzato un pellegrinaggio di grandi dimensioni.
• 1970 Inizia a viaggiare per tutto il mondo per animare i dibattiti, le conferenze e i ritiri, per il sostegno e lo sviluppo delle comunità dell'Arca e di Fede e Luce. Durante questi viaggi e per tutta la sua vita, si dedica con particolare interesse a parlare con i giovani.
• 1981 Lascia la sua responsabilità della prima comunità di Trosly, in Francia , e della Federazione Internazionale dell'Arca, per permettere ad altri di sostituirlo nelle sue funzioni.
• 1983 Pronunci il discorso di apertura dell'Assemblea generale del Consiglio ecumenico della Chiesa, a Vancouver.
• 1987 Su invito del Papa, partecipa al Sinodo sulla laicità a Roma.
• 1998 Partecipa al Comitato centrale del Consiglio ecumenico della Chiesa, a Ginevra.
• 1998 Su invito dell'Arcivescovo di Canterbury, si reca al consiglio dei vescovi della Chiesa anglicana durante la Conferenza di Lambeth.
• 1998 Tiene le conferenze "Massey" al Convocation Hall de Toronto. La serie completa delle conferenze "Massey" verrà in seguito diffusa in Canada dalla CBC, radio inglese di Radio-Canada. La serie di conferenze intitolate «Becoming Human » sarà inoltre segnalata per diverse settimane tra i best sellers.
• 2011 Lavoratore accanito e infaticabile, Jean moltiplica i progetti editoriali, i cicli di conferenze e gli incontri con i giovani, pur rimanendo sempre nei pressi della sua comunità di Trosly.


Fonte:
www.arca-it.org


Note:
Per approfondire: www.jean-vanier.org

______________________________
Aggiunto/modificato il 2019-12-02

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità