Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Servi di Dio > Servo di Dio Vincenzo Kluczynski Condividi su Facebook Twitter

Servo di Dio Vincenzo Kluczynski Vescovo e fondatore

.

Sarokvsina, Bielorussia, 30 settembre 1847 Alupka, Crimea, 23 febbraio 1917

Sacerdote e poi Arcivescovo di Mohilev, è stato il fondatore delle Suore degli Angeli.



Vincenzo (Wincenty) Kluczynski nacque il 30 settembre 1847 a Šarokvšina o Šarkaŭščyna, un comune della Bielorussia situato nella regione di Vicebsk, in una famiglia di proprietari terrieri.
Era il maggiore dei tre figli di Adolf e Franciszka née Korsaków.

Entra in seminario
Dopo aver frequentato le scuole a Daugavpils in Lettonia decise di entrare nel seminario diocesano di Vilna, subito dopo la ripresa dell’attività dopo l’insurrezione di gennaio, dove frequentò le lezioni tra gli anni 1865 al 1867. Nel primo periodo era l’unico chierico del seminario.
Nel 1867 Vincenzo fu inviato all’Accademia Ecclesiastica Cattolica di Pietroburgo per terminare i suoi studi.
Si laureò nel 1871 con un master in teologia e fu ordinato sacerdote il 30 settembre 1871 a Kaunas, da mons. Maciej Wołonczewski vescovo di Samogitia.
Dopo la sua ordinazione sacerdotale fu nominato insegnante nel seminario di Vilna, dove per ventisette anni fu professore di Dogmatica e Sacre Scritture.
In città a Vilna, don Vincenzo Kluczyński si distinse per le sue numerose attività religiose e sociali.

Fondatore delle Suore degli angeli
Nel 1889 in questa città fondò la congregazione religiosa femminile delle Suore degli Angeli con lo scopo di poter sopperire alle attività che erano state proibite ai sacerdoti dal governo russo. Con l’aiuto di Bronisława Stankowicz, considerata la cofondatrice, della quale era direttore spirituale, le suore iniziarono ad occuparsi dell’insegnamento del catechismo, della cura e la manutenzione delle chiese, dell’organizzazione dei ritiri, di far funzionare i pensionati e di prendersi cura dei senzatetto.
Le suore saranno canonicamente erette in congregazione religiosa di diritto diocesano, diciassette anni dopo, il giorno 20 giugno 1905, e saranno riconosciute di diritto pontificio, ottenendone il decreto di lode, il 22 agosto 1913.

Arvicescovo di Mohilev
Nel 1896, Vincenzo Kluczyński fu nominato canonico della cattedrale di Vilna; nel 1998 divenne assessore e nel 1906 fu nominato rappresentante della diocesi al Clergy nel Collegio romano-cattolico di San Pietroburgo.
Su proposta del governo russo, il pontefice Pio X, il 7 aprile 1910, lo nominò Arcivescovo di Mohilev (Mogilev) nel cui territorio, appartenente alla Russia dal 1772, risiedevano numerosi polacchi.
 Mons. Vincenzo Kluczyński entrò subito in conflitto con il governo russo perchè usava la lingua polacca in alcune funzioni religiose e interpretava a suo modo il manifesto di tolleranza dello zar Nicola II, del 1905, in maniera difforme dalle indicazioni del governo. Inoltre, interpretava in maniera differente dal governo, anche l’applicazione dei matrimoni misti.
Era convinto che “quando si tratta della tua fede, del tuo credo e delle sante tradizioni, devi avere una la volontà di ferro, pronta a perdere tutto anziché uscire dal sentiero della tua coscienza”.
Come sacerdote e capo dell'arcidiocesi cattolica di Mohilev dovette subire numerose molestie e angherie da parte delle autorità zariste.
Quando nel 1913 ricevette dalla Santa le istruzioni su come si doveva attenere nei confronti del Governo russo, ritenendole inapplicabili, il giorno 11 novembre dello stesso anno chiese di essere esonerato dalle sue funzioni di Arcivescovo ordinario.
Nel 1914, il pontefice accettò la sua rinuncia alla diocesi di Mohilev e lo nominò Arcivescovo titolare di Filippopoli in Tracia.

Sua morte in esilio
Nell’anno successivo mons. Vincenzo Kluczyński, dapprima si trasferì nel Caucaso e poi in Crimea (Ucraina), dove rimase in una sorta di esilio, fino alla sua morte che avvenne il 23 febbraio 1917 ad Alupka.
Dopo la sua morte, il suo corpo fu trasportato a San Pietroburgo e sepolto nel cimitero di Wyborski e il 17 aprile 1929 il suo corpo fu traslato a Vilnius e sepolto nella cattedrale.

Il processo per la beatificazione e canonizzazione
Su richiesta della congregazione religiosa delle Suore degli Angeli mons. Władysław Blin, vescovo della diocesi di Vitebsk fece avviare il processo per la beatificazione e canonizzazione del Servo di Dio mons. Vincenzo Kluczyński. Dopo che fu concesso il trasferimento della competenza dal foro della causa, dalla diocesi di Odessa-Simferopoli a quello di Vitebsk, il 7 maggio 2002, la Congregazione delle Cause dei Santi, ha concesso il nulla osta il 6 luglio 2002.


Autore:
Mauro Bonato

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-04-30

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità