Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Chiese Orientali Ortodosse > Sant' Anatolio Mamontov Condividi su Facebook Twitter

Sant' Anatolio Mamontov Sacerdote e martire

(Chiese Orientali)

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

23 agosto 1886 - 26 agosto 1937


Anatolij Mamontov nasce il 23 agosto 1886 a Peregino, villaggio del governatorato di Novgorod. Terminati gli studi nel seminario teologico di Novgorod nel 1910 insegna religione fino a quando il 2 gennaio 1915 viene mobilitato nell’esercito. E’ licenziato nel 1918. Viene richiamato alle armi nel 1919, ormai sotto altri colori, quelli rossi. Rifiuta decisamente di servire nell’esercito sovietico. Quando sarà arrestato il giudice istruttore gli chiederà: “Perché lei non ha voluto servire nell’Armata Russa?”. Risposta: “Per motivi religiosi”. Giudice: “Come mai le sue convinzioni religiose non le hanno impedito di servire l’esercito zarista?”. Risposta: “Questo servizio non era contrario alle mie convinzioni religiose”. Per rifiuto a servire nell’esercito rosso Mamontov è condannato dal Tribunale militare al lager sino alla fine della guerra civile. Ma già l’anno seguente la pena è commutata con il servizio di infermiere in un ospedale militare. E’ libero nel marzo del 1922.
A questo punto Anatolij Evgen’evich Mamontov decide di preparararsi al sacerdozio. Non poteva scegliere un’occupazione più pericolosa. In questo tempo era per tutti evidente che il partito comunista insieme alla Chiesa voleva eliminare la stessa idea di Dio. Scegliere di farsi prete significava scegliere per il martirio. Il 24 aprile 1922 padre Anatolij è ordinato sacerdote e destinato alla parrocchia del villaggio di Kolomna. Nel dicembre dello stesso dal clero del suo distretto viene votato all’unanimità all’ufficio di decano: Scelta che testimonia la stima dei suoi confratelli
La popolarità di padre Anatolij non poteva restar segreta alla polizia rossa che aveva come compito preferenziale quello di rendere ‘innocue’ le persone per bene. Nell’agosto del 1926 padre Anatolij viene condannato a 3 mesi di lager per aver preteso un prezzo troppo alto per celebrare funzioni religiose. Il processo, come al solito è una farsa: nessun testimone e nessuna prova, ma non si può perdere la faccia. Del resto tre mesi non sono che un piccolo assaggio di una condanna più grave.
Il 9 agosto 1937 pade Anatolij è nuovamente arrestato accusato di propaganda contro il potere, di aver protetto i kulachi, di aver creato un gruppo di militanti disposti a combattere contro il governo sovietico i di aver soccorso i sacerdoti detenuti nei lager. E’ l’unica accusa di cui padre Anatolij si dichiara colpevole.
Padre Anatolij Mamonov è fucilato il 26 agosto 1937 nei boschi presso Leningrado.


Autore:
Padre Romano Scalfi


Fonte:
www.culturacattolica.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-05-03

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità