Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Chiese Orientali Ortodosse > San Sergio Krestnikov Condividi su Facebook Twitter

San Sergio Krestnikov Sacerdote e martire

(Chiese Orientali)

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

1 luglio 1893 - 25 aprile 1938


Nasce il 1° luglio 1893 in una famiglia operaia. A 12 anni entra nel Monastero di S. Sergio dedicato alla SS. Trinità. Nel 1918 viene ammesso come novizio sempre nella Lavra di S. Sergio. Quando nel 1922 la Lavra viene chiusa dai comunisti, Sergij si mette a servizio come cantore della chiesa Pjatnica e quando nel 1928 viene chiusa anche questa, passa alla chiesa di Tutti i Santi. Il 21 ottobre 1935 viene arrestato assieme al clero della chiesa l’archimandrita Mavrikij Poletaev, l’egumeno Maksimilian Marchenko e lo starosta Vasilij Kondrat’ev.
Segue l’interrogazione del giudice:

G. Secondo l’inchiesta lei, assieme ai suoi vicini, ha svolto propaganda antisovietica diffondendo false notizie su una prossima guerra che avrebbe dovuto far cadere il potere sovietico. Che cosa ha da dire in proposito?
S. Sulla guerra e sulla caduta del potere sovietico non ho mai detto una parola con nessuno. A proposito del problema religioso ho detto che il potere sovietico combatte la religione, chiude le chiese, senza alcun motivo imprigiona i preti, rendendo insopportabile la loro vita … Oggi i sacerdoti vengono perseguitati in tutti i modi; hanno tolto loro il diritto di voto; prima vivevano molto meglio.
G. Come ha reagito lei alla chiusura delle chiese?
S. Il potere sovietico chiude le chiese senza il consenso dei fedeli e le chiude contro ogni diritto. Senza alcun motivo condanna al lager i sacerdoti e rende la loro vita difficile.
G. In che cosa lei ha mostrato di essere scontento del potere sovietico parlandone con le persone a lei prossime?
S. Io disapprovo il potere sovietico per il fatto che chiude le chiese violentando i diritti dei credenti e perché condanna al lager sacerdoti e fedeli. Io sono antisovietico perché il potere sovietico perseguita la religione, condanna al lager sacerdoti e fedeli e fa chiudere le chiese senza il consenso dei fedeli.


L’8 gennaio 1936 Sergij è condannato a 5 anni di lager dalla trojka. Il 21 gennaio viene arrestato nel lager con la solita accusa di aver svolto propaganda antisovietica fra i detenuti e aver preso parte ad un gruppo antirivoluzionario.
Il 15 marzo 1938 il novizio Sergij Krestnikov è condannato alla pena capitale e fucilato il 25 aprile 1938; sepolto in sconosciuta fossa comune.


Autore:
Padre Romano Scalfi


Fonte:
www.culturacattolica.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-05-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità