Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione Chiese Orientali Ortodosse > San Sergio Znamenskij Condividi su Facebook Twitter

San Sergio Znamenskij Sacerdote e martire

(Chiese Orientali)

>>> Visualizza la Scheda del Gruppo cui appartiene

10 aprile 1873 - 27 novembre 1937


Il martire Sergij Znamenskij nasce il 10 aprile 1873 nella città di Cita. Nel 1913 termina gli studi all’accademia teologica di Kazan’, si sposa, viene ordinato sacerdote e destinato come missionario fra le tribù pagane dei buriati e dei mongoli. All’inizio della prima guerra mondiale è nominato cappellano militare e per tutta la guerra assiste i militari al fronte. Nel 1917 svolge il ministero sacerdotale nel villaggio Chufarovo, diocesi di Simbirsk dove si guadagna la stima del popolo credente e il sospetto da parte delle autorità comuniste. Nel 1920 viene arrestato per la prima volta, accusato da un militante comunista e rilasciato dopo breve tempo, per non ave commesso il reato. Ma lo stesso falso accusatore, Sharagin, non demorde. Il 21 marzo 1921 padre Sergij è nuovamente arrestato e il 20 aprile condannato a cinque anni di lager. Padre Sergij protesta ad una istanza superiore, il processo viene riveduto e il 22 febbraio 1922 la condanna è mutata in due anni di confino. Ritornato in libertà ottiene dal vescovo di Vjatka la nomina a parroco della cattedrale della Dormizione della Madre di Dio nella città di Jaransk. La vita non è facile perché i sacerdoti innovatori scismatici, sostenuti dal partito comunista, fanno di tutto per allontanare padre Sergij dalla sua parrocchia.
All’inizio del gennaio 1925 il Patriarca Tichon nomina vescovo di Jaransk Nektarij che sceglie padre Sergij come suo segretario. La presenza del nuovo vescovo, coadiuvato dallo zelo del suo segretario, riesce a convertire alla legittima Chiesa ortodossa molti ‘innovatori’, e questo, naturalmente, provoca le ire dei compagni che si sentono investiti anche del potere di poter giudicare quale sia la vera chiesa ortodossa. Il 5 aprile 1925 il vescovo Nektarij viene arrestato e il giorno seguente è perseguita la casa di padre Sergij. Il 25 giugno anche padre Sergij viene arrestato: Il processi inizia a Vjatka il 25 settembre 1925 poi viene trasferito a Mosca dove il 26 marzo 1926 padre Sergij viene condannato a due anni di lager da scontarsi alle Solovki. Allo scadere della pena viene condannato ad altri tre anni di confino nell’Uzbekistan.
Ritornato dal confino padre Sergij si stabilisce nella città di Kashir. (provincia di Mosca). Nel 1937 viene ancora arrestato sotto l’accusa di teppismo, ma l’accusa è così ridicola che il processo lo assolve per non aver commesso il reato. Il 17 novembre 1937 viene arrestato per l’ultima volta. L’interrogatorio si conclude in pochi minuti. Nel 1937 il numero delle persone da eliminare era così elevato, che non si poteva perdere molto tempo.

Giudice: Quale è la sua opinione sul potere sovietico?
P. Sergij: Dopo la rivoluzione d’ottobre per molto tempo ho considerato questa rivoluzione come un’operazione faziosa, una ribellione passeggera.
Giudice: Dica più chiaramente ciò che pensa del potere sovietico.
P. Sergij: Più esplicitamente posso dire che sono contrario al regime sovietico.
Giudice: Essendo una persona contraria al regime sovietico, quali operazioni ha compiuto contro di esso?
P. Sergij: Non ho mai compiuto nessuna azione contro il potere sovietico.


Con questa dichiarazione si conclude l’interrogatorio. Il 25 novembre il tribunale speciale, la Trojka, condanna padre Sergij alla pena capitale. Il 27 novembre 1937 padre Sergij Znamenskij è fucilato nel poligono Butovo Mosca) e sepolto in fossa comune.


Autore:
Padre Romano Scalfi


Fonte:
www.culturacattolica.it

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-05-13

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati . Pubblicità