Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati




Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:


E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione T > Beato Tommaso Saleh Condividi su Facebook Twitter

Beato Tommaso Saleh Sacerdote cappuccino, martire

17 gennaio

3 maggio 1879 - 17 gennaio 1917

Nato a Baabdath probabilmente il 3 maggio 1879, attratto dall’esempio dei Frati Cappuccini, chiese di entrare nell’Ordine. Fu inviato prima nel Seminario di Santo Stefano a Costantinopoli, dove fece l’anno di noviziato. Emise la professione religiosa dei voti il 2 luglio 1900 e venne ordinato sacerdote il 4 dicembre 1904. Fu destinato alle missioni di Mesopotamia a Mardine dove, insieme al Servo di Dio Leonardo Melki, si dedicò all’apostolato all’attività didattica nella scuola della missione, alla predicazione e all’amministrazione dei sacramenti. Nel 1910 fu trasferito a Diarbékir, da dove fu espulso, per la situazione politica critica, insieme agli altri missionari, il 22 dicembre 1914 raggiungendo Orfa. Tra il 1915 e il 1916, nonostante le gravi limitazioni e pericoli, continuò a svolgere il suo apostolato missionario, nascondendo tra l’altro in convento un sacerdote armeno, che fu arrestato il 24 settembre 1916. Una perquisizione da parte della polizia portò anche alla scoperta in convento di un piccolo revolver, molto probabilmente messo lì dagli stessi agenti. I due fatti determinarono la condanna del Servo di Dio. Tratto in arresto il 4 gennaio 1917, subì ogni sorta di violenze e maltrattamenti, venendo tra l’altro rinchiuso anche in prigioni infette, tanto da prendere il tifo. Morì, sfinito dalle torture, il 17 gennaio 1917 a Marache (Turchia). Papa Francesco ha riconosciuto il suo martirio in data 27 ottobre 2020, aprendo così la strada alla sua beatificazione.



Il Servo di Dio Tommaso (al secolo: Géries) Saleh nacque nello stesso villaggio libanese di Baabdath probabilmente il 3 maggio 1879, quinto di sei figli maschi. Fu battezzato nei giorni seguenti e confermato il 19 novembre 1893. Anch’egli attirato dall’esempio dei frati, decise di farsi cappuccino e missionario. Insieme con il suo confratello, il Servo di Dio Leonardo Melki, il 28 aprile 1895 entrò nel seminario minore di Santo Stefano, dove il 2 luglio 1899 ricevette il saio cappuccino e il 2 luglio 1900 emise la prima professione. Compì gli studi filosofici e teologici nel convento di Bugià dove professò solennemente il 2 luglio 1903. Fu ordinato sacerdote il 4 dicembre 1904. Avendo sostenuto l’esame finale il 23 aprile 1906, fu destinato con il Servo di Dio Leonardo Melki alla stessa missione di Mesopotamia.
La sua vita missionaria si svolse nelle cittadine di Mardin, Kharput e Diarbekir, dedicandosi con zelo al ministero della confessione e della predicazione, all’insegnamento, alla direzione delle scuole, alla pastorale dei giovani e al terz’ordine francescano. Il 22 dicembre 1914 fu espulso con un suo confratello e alcune suore dal convento di Diarbekir, rifugiandosi nel convento Orfa. Per due anni, affrontò con coraggio le molestie della polizia e sopravvisse a due serie di massacri di cristiani della città. Fu arrestato il 4 gennaio 1917 con i suoi confratelli con l’accusa di aver nascosto nel convento un sacerdote armeno, capo della sua comunità, sottraendolo da morte sicura e di possedere un’arma, accusa quest’ultima falsa. Ambedue le accuse determinarono la condanna a morte del Servo di Dio. Trascinato da un luogo ad un altro, subì ogni sorta di violenze e maltrattamenti, ammalandosi di tifo. Arrivato a Marash ormai estenuato, morì probabilmente il 18 gennaio 1917, esortando i suoi compagni ad aver fiducia nel Signore e rinnovando la sua domanda a Gesù-Ostia di poter portare le sofferenze del sacerdote armeno.


Fonte:
www.ofmcap.org

______________________________
Aggiunto/modificato il 2020-11-03

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati