Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati


Newsletter
Per ricevere i Santi di oggi
inserisci la tua mail:

E-Mail: info@santiebeati.it


> Home > Sezione C > Beato Cristoforo da Milano Condividi su Facebook Twitter

Beato Cristoforo da Milano Domenicano

1 marzo

Milano, 1410 - Taggia, 1484

Nato a Milano, una volta entrato nell'Ordine divenne uno dei più celebri predicatori del suo tempo. La predicazione dottrinale, la passione per il decoro liturgico, la pratica edificante dell'umiltà, la povertà evangelica e il fascino della purezza fanno di lui un fedele imitatore di s. Domenico. Nel 1460 fondò il convento di Taggia (Imperia). Il suo corpo riposa nella chiesa da lui stesso dedicata a S. Maria Madre delle misericordie a Taggia.

Martirologio Romano: A Taggia in Liguria, commemorazione del beato Cristoforo da Milano, sacerdote dell’Ordine dei Predicatori, dedito al culto divino e alla sacra dottrina.


Santa Caterina da Siena aveva ardentemente desiderato che l’Ordine Gusmano tornasse ad essere un “giardino tutto delizioso”. Raimondo da Capua e gli altri, discepoli della santa, raccolsero come un testamento il suo fervido voto, e da lei protetti, inaugurarono felicemente la Riforma. Così nel XV° secolo fu tutta una fioritura di santi e di beati che dettero all’Ordine Domenicano nuovo splendore. Di questa illustre schiera fa parte Cristoforo da Milano, nato nel 1410 nel capoluogo lombardo. La santità della vita, la santa passione delle anime, la parola infiammata ed eloquente, fecero di lui un grande ed efficace predicatore. Vestì il Sacro Abito nel convento di Sant’Eustorgio. Nel 1446 fu Maestro dei Novizi a Mantova. Svolse un vasto apostolato in diverse regioni d’Italia e specialmente nella Liguria occidentale. Nel 1460 a Taggia, su richiesta dei cittadini, fondò un convento e una chiesa che consacrò a Maria Madre delle Misericordie. Sotto il suo governo vi fiorì la disciplina e lo splendore della disciplina e del culto. A tale nobile fine egli dispose che i religiosi incaricati ogni settimana di dirigere l’Ufficio divino, ad imitazione degli antichi sacerdoti che servivano al Tempio, non dovevano mai uscire dal convento, ne avere altri impegni perché, occupati unicamente del culto, potessero essere i mediatori presso Dio in nome dei loro fratelli trattenuti da altri servizi. Cristoforo promosse con zelo gli studi e, da buon Domenicano, attirò all’Ordine numerose vocazioni. Morì nel marzo del 1484 a Taggia. E’ sepolto in tale chiesa conventuale, dove è tuttora venerato all’ombra delle aggraziate volte rinascimentali e sotto il dolce sorriso della Madonna del Brea. Papa Pio IX il 3 aprile 1875 ha confermato il culto.
L'Ordine Domenicano lo ricorda il 1 marzo.


Autore:
Franco Mariani

_____________________
Aggiunto il 2002-04-10

___________________________________________
Translate this page (italian > english) with Google


L'Album delle Immagini
è temporaneamente
disattivato




CD immagini

Sostienici e avrai TUTTE le immagini di Santiebeati
Clicca qui per richiederlo

Home . Onomastico . Emerologico . Patronati . Diz.Nomi . Ricerca . Ultimi . Più visitati